FISCO

Filo diretto tra commercialisti ed Equitalia, a Pescara c’è un nuovo sportello telematico

Firmata ieri convenzione

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3352

Filo diretto tra commercialisti ed Equitalia, a Pescara c’è un nuovo sportello telematico




PESCARA. Uno sportello telematico al quale gli iscritti all'Ordine dei commercialisti ed Esperti Contabili di Pescara potranno richiedere informazioni a Equitalia per conto dei propri assistiti ed eventualmente fissare appuntamenti con personale qualificato.

Questo, in sostanza, il contenuto di una convezione firmata ieri a Pescara, nella sede Equitalia di viale Gabriele D'Annunzio, da Domenico Di Michele, presidente dell'Ordine dei Commercialisti ed Esperti Contabili (con lui anche il vicepresidente Fabrizio Mosca) e da Gianluigi Giuliano direttore regionale di Equitalia (accompagnato dal responsabile provinciale di Pescara, Antonino Crociata).
L'obiettivo è di facilitare il rapporto tra i commercialisti e i loro clienti con l'ente che si occupa della riscossione dei tributi.
A tale scopo sarà creato sul sito internet gruppoequitalia.it un apposito form contatti con il quale potranno essere formulati, allegando apposita delega, quesiti in ordine a pratiche che non richiedano la produzione di documentazione in originale.
Il servizio, che partirà in via sperimentale, sarà attivo fino al 31 dicembre 2013 e potrà essere rinnovato di anno in anno.

«L’accordo sottoscritto – ha detto il direttore regionale Abruzzo di Equitalia, Gianluigi Giuliano – conferma l’impegno di Equitalia Centro al dialogo con i cittadini e le imprese, e l’importanza di una collaborazione rafforzata con il mondo dei professionisti, con obiettivo primario di semplificare il rapporto tra cittadini e fisco, e intercettare anche le situazioni di disagio sociale».

«L'obiettivo della convenzione - spiega il presidente dell’Ordine, Domenico Di Michele - è quello di semplificare il rapporto tra professionisti, contribuenti e fisco attraverso un percorso di sburocratizzazione. La convenzione è uno strumento per la semplificazione degli adempimenti con l'anticipo delle carte in via telematica a Equitalia, evitando così che i professionisti debbano andare due volte negli uffici dell'ente di riscossione. Nel lavoro quotidiano - prosegue il presidente dell'Ordine dei Commercialisti di Pescara - ogni commercialista si scontra anche con la difficoltà di interfacciarsi con la burocrazia e le amministrazioni, i nostri stessi compiti ci rendono anche termometro della complicazione burocratica. Un passo avanti sarebbe una maggiore informatizzazione delle pubbliche amministrazioni, lavorando sempre di più in via telematica con l'utilizzo della posta elettronica certificata. La convenzione firmata va proprio in questa direzione e significherà non solo un risparmio di tempo e risorse per il professionista, ma anche un servizio più efficiente dato a imprese e cittadini».