LAVORO

Abruzzo/ Vibac: Ministero Sviluppo economico firma proroga cassa integrazione

Accordo raggiunto per altri 24 mesi

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2973

Abruzzo/ Vibac: Ministero Sviluppo economico firma proroga cassa integrazione
L’AQUILA. Si è raggiunto questa mattina al Ministero dello Sviluppo Economico un accordo per la proroga, per altri 24 mesi, della Cassa integrazione guadagni per i lavoratori Vibac.

Abruzzo/ Vibac: Ministero Sviluppo economico firma proroga cassa integrazione
Accordo raggiunto per altri 24 mesi
Vibac, L’Aquila, ministero sviluppo economico, cassa integrazione
L’AQUILA. Si è raggiunto questa mattina al Ministero dello Sviluppo Economico un accordo per la proroga, per altri 24 mesi, della Cassa integrazione guadagni per i lavoratori Vibac.
Hanno partecipato al tavolo istituzionale il Comune dell'Aquila, Provincia, organizzazioni sindacali, Confindustria e Vibac spa. «E' un ottimo risultato - ha commentato l'assessore alle politiche del Lavoro Fabio Pelini - che testimonia il grande lavoro svolto dalle organizzazioni sindacali e la grande serieta' della proprieta' dell'azienda. La possibilita' di agganciarsi al decreto ministeriale numero 31444 si e' resa possibile grazie al rispetto degli impegni assunti nel maggio del 2011 dall'azienda che aveva allora annunciato un investimento di 6 milioni di euro. Oggi, - ha proseguito Pelini - nel corso del tavolo istituzionale, e' stato confermato l'ulteriore investimento di circa 10 milioni di euro che permettera' l'avvio di una fase sperimentale su un nuovo prodotto film laccato, con caratteristiche migliori rispetto ai precedenti. L'installazione del nuovo impianto di lavorazione e la validazione del prodotto permetteranno, quando la linea andra' a regime, l'assunzione di almeno 10 unita' lavorative che si andranno ad aggiungere alle 99 attualmente impiegate. Nell'incontro e' stata definita la possibilita' di ricorrere alla cassaintegrazione fino ad 80 unita' lavorative in attesa del nuovo ciclo lavorativo. Anche sul futuro degli esodati dell'azienda, un accordo di massima permettera' di salvaguardare dunque tutte le posizioni lavorative. E' utile sottolineare - ha concluso l'assessore - che quando si lavora uniti, attorno allo stesso obiettivo ed in presenza di interlocutori seri e dialoganti, si raggiungono risultati utili per tutti. In particolare va evidenziato l'impegno profuso dai sindacati sin dal 2010, quando la Vibac sembrava destinata ad un declino irreversibile. La ratifica dell'accordo siglato oggi, e' fissata venerdi' 22 marzo presso la sede della Provincia dell'Aquila». 

Hanno partecipato al tavolo istituzionale il Comune dell'Aquila, Provincia, organizzazioni sindacali, Confindustria e Vibac spa. «E' un ottimo risultato - ha commentato l'assessore alle politiche del Lavoro Fabio Pelini - che testimonia il grande lavoro svolto dalle organizzazioni sindacali e la grande serieta' della proprieta' dell'azienda. La possibilita' di agganciarsi al decreto ministeriale numero 31444 si e' resa possibile grazie al rispetto degli impegni assunti nel maggio del 2011 dall'azienda che aveva allora annunciato un investimento di 6 milioni di euro. Oggi, - ha proseguito Pelini - nel corso del tavolo istituzionale, e' stato confermato l'ulteriore investimento di circa 10 milioni di euro che permettera' l'avvio di una fase sperimentale su un nuovo prodotto film laccato, con caratteristiche migliori rispetto ai precedenti. L'installazione del nuovo impianto di lavorazione e la validazione del prodotto permetteranno, quando la linea andra' a regime, l'assunzione di almeno 10 unita' lavorative che si andranno ad aggiungere alle 99 attualmente impiegate. Nell'incontro e' stata definita la possibilita' di ricorrere alla cassaintegrazione fino ad 80 unita' lavorative in attesa del nuovo ciclo lavorativo. Anche sul futuro degli esodati dell'azienda, un accordo di massima permettera' di salvaguardare dunque tutte le posizioni lavorative. E' utile sottolineare - ha concluso l'assessore - che quando si lavora uniti, attorno allo stesso obiettivo ed in presenza di interlocutori seri e dialoganti, si raggiungono risultati utili per tutti. In particolare va evidenziato l'impegno profuso dai sindacati sin dal 2010, quando la Vibac sembrava destinata ad un declino irreversibile. La ratifica dell'accordo siglato oggi, e' fissata venerdi' 22 marzo presso la sede della Provincia dell'Aquila».