ARRESTO

Traffico di cocaina dal Sud America, preso latitante dominicano

L’operazione Barrik cominciata un anno fa

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2710

COCAINA




TERAMO. E' durata un anno la latitanza di Edgar Marino Vargas Beltre, 41 anni, cittadino dominicano.
Lui, secondo gli inquirenti, è uno degli anelli piu' importanti dell'associazione per delinquere finalizzata al traffico di cocaina dal Sud-America all'Italia, smantellata dai carabinieri di Teramo con l'operazione "Barrik" un anno fa.
L'uomo e' stato arrestato in Spagna in esecuzione del mandato di arresto europeo. A dicembre 2010, gli uomini del Nucleo Investigativo del Reparto Operativo del comando provinciale dei carabinieri di Teramo avevano condotto una complessa indagine coordinata dal sostituto procuratore David Mancini della Procura Distrettuale Antimafia dell'Aquila, svolta in diverse province italiane, che aveva consentito di smantellare un consolidato sodalizio, ben radicato e diffuso in tutto il centro nord Italia, con basi operative nella provincia di Teramo.
La banda era costituita da criminali locali di nazionalità prevalentemente colombiana in grado di gestire una estesa rete di traffico e spaccio di droga sulla rotta Sud America (Repubblica Dominicana, Colombia e Costa Rica), via Spagna/Germania, verso l'Italia.
Le risultanze investigative avevano consentito l'emissione di una ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip della Distrettuale dell'Aquila, Giuseppe Gargarella nei confronti di 58 persone di varie nazionalita', tutte responsabili di associazione per delinquere finalizzata al traffico internazionale di stupefacenti con l'aggravante della cosiddetta "transnazionalita'". L'attivita' investigativa, che si concluse un anno fa con gli arresti grazie al'impiego di circa duecento carabinieri, ha consentito sino ad oggi di bloccare 52 persone, la maggior parte di queste di nazionalita' sud-americana.


Il giorno delle catture mancava all'appello, tra gli altri, proprio Edgar Marino Vargas Beltre uno dei soggetti di secondo livello della struttura criminale responsabile del trasferimento in Italia di oltre 50 chilogrammi di cocaina pura. La latitanza di Vargas e' finita il 29 gennaio scorso, al terminal 1 dell'aeroporto di Barajas (Spagna) dove gli agenti iberici, allertati dai colleghi dell'Arma teramana attraverso le procedure di cooperazione internazionale di polizia, hanno proceduto all'arresto mentre era appena sceso da un volo proveniente da Santo Domingo.
Ieri pomeriggio, all'aeroporto di Roma Fiumicino, con volo proveniente da Madrid, in regime di estradizione ed accompagnato da agenti dell'Interpol, a Vargas Beltre e' stata notificata dai carabinieri del Reparto Operativo dei Carabinieri di Teramo l'ordinanza di custodia cautelare. L'uomo si trova nel carcere di Rebibbia.