SPESE IN COMUNE

L’Aquila, Cialente sindaco part time e lo staff in scadenza

Ci sarà una nuova proroga?

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2200

L’Aquila, Cialente sindaco part time e lo staff in scadenza




L’AQUILA. Il sindaco di L'Aquila Massimo Cialente annuncia che tornerà a lavorare alla Asl.
Sarà contemporaneamente primo cittadino (lui sostiene per 10 ore al giorno e non più 14) con stipendio dimezzato, e risk manager alla Asl, part time con stipendio intero (si dice 3 mila euro al mese).
Da più parti sono arrivate contestazioni dal momento che, come ha spiegato il consigliere Vincenzo Vittorini, la città terremotata richiederebbe un impegno extra e non dimezzato. Il sindaco va avanti, assicura che i cittadini nemmeno si accorgeranno di questo cambiamento (necessario per «un riequilibrio ai fini pensionistici», ha spiegato).
Intanto tempi duri si annunciano per i precari del suo staff e per quelli che lavorano per giunta e assessori.
I contratti per 13 collaboratori scadranno il prossimo 31 marzo ma non è esclusa una proroga dal momento che dall’ottobre 2012 ad oggi ce ne sono state già tre (una volta a giugno, un’altra volta ad agosto e poi a dicembre). Loro costano al Comune 87 mila euro. Nove lavorano a tempo pieno, 4 part time.
E mentre c’è chi incrocia le dita, la giunta annuncia che 13 collaboratori non bastano (14 sono quelli previsti) e così si sta cercando quello che riempirà il buco.
Il via liberà arriverà, però, solo dopo l’ok del settore economico finanziario.
I dipendenti dello staff rientrano nella spesa complessiva del personale a tempo determinato e questi ultimi, insieme ai contratti a tempo indeterminato, devono essere conteggiati nel rapporto spese correnti del personale e rispettare il tetto massimo consentito per legge.
Il Comune è lontano dal 1 milione imposto e si ferma a 650 mila euro per un totale di 40 collaboratori.
Diciannove sono collaboratori professionali tecnici con un contratto a tempo determinato, fino al 30 novembre 2013, per una spesa complessiva di 475 mila euro.
Ci sono poi 2 esecutori tecnici, che costano 26 mila euro e il cui contratto scadrà a 30 giugno 2013. Sono 4, invece, gli istruttori socio educativi ed educatori di asilo nido (contratto scade il 30 giugno) per una spesa di 64 mila euro.
Prossima scadenza a fine mese anche per 2 assistenti sociali co.co.co che costano 7.500 euro.