MORTE SULLA NEVE

Abruzzo, Roccaraso, sciatore morto travolto da una slavina

Un amico ha fatto scattare l’allarme

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3874

Abruzzo, Roccaraso, sciatore morto travolto da una slavina




ROCCARASO. E' stato trovato morto sotto la neve Gerard Damiani, lo sciatore disperso nel pomeriggio di domenica.
Le ricerche di polizia, carabinieri, Guardia di Finanza, oltre a volontari e gestori degli impianti di risalita sono andate avanti per qualche ora poi la tragica scoperta. L’uomo è stato travolto da una slavina che si è distaccata nei pressi della zona del 'Cucchiaio' dell' Aremogna, nel bacino sciistico di Roccaraso lontano dalle piste.
Il corpo, un paio di metri sotto la neve, è stato individuato dal soccorso alpino della Guardia di finanza.
L’uomo, 39 anni di Napoli, stava sciando con lo snowboard insieme con un compagno. Secondo il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico abruzzese (Cnsas), intervenuto a Roccaraso con un'unità cinofila, - lo sciatore è uscito dalla pista segnata e, dopo avere fatto un paio di curve il pendio nevoso sotto i suoi piedi si è staccato, travolgendolo e portandolo a valle.
Il compagno è sceso alla base degli impianti di risalita ed ha dato l'allarme. Dall'aeroporto di Preturo è arrivato l'elicottero del SUEM, il servizio medico di urgenza ed emergenza medica del 118, con lo staff sanitario e il tecnico di elisoccorso del Cnsas. Lo sciatore dopo essere stato travolto dalla valanga sarebbe stato espulso dalla massa nevosa, finendo ad una decina di metri dalla zona di accumulo. Per ritrovare il corpo i soccorritori hanno dovuto utilizzare delle sonde in quanto l’uomo era sprovvisto dell’apparecchiatura elettronica utilizzata da chi è solito fare i fuoripista.
La zona non è nuova a questo tipo di tragedie: nello stesso punto, nel febbraio 2011, altri tre sciatori furono colpiti da una slavina e furono tratti in salvo proprio grazie alle squadre dei carabinieri e guardia di finanza de L'Aquila.
Sul caso è stata aperta una inchiesta della magistratura che dovrà accertare la dinamica dell’incidente.