RIFIUTI E CONSENSI

Abruzzo/Rifiuti nel Pescarese, la gara si allontana. Affidamento diretto di 12 mesi alla Deco

Ambiente spa ha deciso: «tempi lunghi, serve una proroga»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3829

mezzi camion deco




SPOLTORE. Il consiglio d’amministrazione di Ambiente SpA, la società pubblica dei Comuni pescaresi per la gestione dei rifiuti, ha deciso.
«Su mandato dei Comuni soci», comunica in una nota, ha affidato alla società Deco SpA il servizio di trasbordo, trasporto, trattamento e conferimento dei rifiuti.
L’affidamento diretto ha durata di un anno «e si è reso necessario», spiega la società, «in seguito alla comunicazione del Responsabile Unico del Procedimento degli atti di gara per l’esperimento della procedura negoziata, che ha evidenziato la necessità di una congrua dilazione di tempi di espletamento dello stesso».
La lettera è datata 25 gennaio e porta la firma di Gaetano Pepe, e il responsabile chiede «una congrua dilazione» per «scongiurare eventuali emergenze sanitarie e pericoli per la salute pubblica».
Il consiglio d’amministrazione di Ambiente SpA, su mandato dei Comuni soci, ha dunque affidato il servizio per 12 mesi, sottolineando come – dopo gli aumenti dei mesi scorsi – in concomitanza dello svolgimento delle gare il costo richiesto dalle società private abbia conosciuto una prima riduzione.
La stessa Deco il 3 gennaio scorso, aveva scritto ad Ambiente spa, di aver ricevuto conferma, da parte degli impianti di recapito finale di Cdr e degli scarti prodotti dall’impianto Tmb «di condizioni economiche più favorevoli, se legate ad un impegno minimo di un anno».
Già a novembre scorso era arrivata una proroga di tre mesi che scadrà ufficialmente il prossimo 28 febbraio.
La Deco aveva spiegato che «l’azienda non è interessata ad affidamenti temporanei di breve durata che non garantiscano la continuità necessaria per la definizione dei necessari rapporti contrattuali».


Ma poi aveva accettato «al solo fine di scongiurare criticità igienica ed ambientale».
La proroga precedente (dal 1° ottobre al 30 novembre) era stata accordata dalla Deco a fine settembre (con una lettera di fuoco) quando proprio la società dei rifiuti contestò: «il tempo trascorso era largamente sufficiente all'esperimento delle procedure di evidenza pubblica ed il fatto che tali procedure, tardivamente avviate, siano andate deserte non costituisce di certo evento imprevedibile».
Il consiglio comunale di Pescara aveva accettato la decisione della proroga ma l’assessore al ramo Isabella Del Trecco fu chiara: «Abbiamo ribadito la necessità di attivare subito tutti gli atti amministrativi tesi a individuare il nuovo soggetto gestore, per non rischiare di ritrovarci in una nuova situazione di emergenza».
Invece anche a questo giro niente di fatto ma proroga passata da 3 mesi a 12 mesi nella consapevolezza che i tempi per la gara sono più lunghi del previsto.

PROROGA APPALTO NOTA DECO

PROROGA DECO