PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

L’Aquila, lavoratori Arta in stato di agitazione

Il trasferimento ‘temporaneo’ nella nuova sede è diventato effettivo

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1889

Dipartimento de L'Aquila

Dipartimento de L'Aquila




L’AQUILA. I lavoratori del Distretto Provinciale Arta di L'Aquila - l'agenzia regionale per la tutela ambientale – hanno proclamato lo stato di agitazione.
Riguarderà nei prossimi giorni le attività che l'Agenzia eroga a supporto delle pubbliche amministrazioni. Alla base della protesta - spiegano una nota - la perdurante assenza di risposte da parte dei vertici agenziali e dei decisori politici, comunali e regionali, in relazione all'individuazione di un nuova sede per i locali del Distretto.
Il trasferimento nel sito "ex Agriformula", deciso nell'immediato dopo sisma, e tollerato dai lavoratori stessi «con spirito di adattamento e senso di responsabilita'», ha assunto, nei fatti, il carattere di una scelta definitiva «a scapito delle elementari norme di sicurezza e della stessa dignita' dell'impegno quotidianamente profuso». A questo si aggiunge lo status di "sito potenzialmente contaminato" acclarato per l'Area in oggetto nella quale e' attualmente in corso un'attività di indagine ambientale che preoccupa non poco il personale dell'Agenzia e lo pone di fronte a spiacevoli situazioni di "conflitto di interesse".
«A quanto sopra esposto - conclude la nota - la Direzione Strategica Arta e le Autorita' coinvolte nel farraginoso processo di ricostruzione continuano a non fornire alcuna risposta obbligando, di fatto, i lavoratori a richiedere con forza cio' che dovrebbe essere garantito in ossequio a basilari principi di sicurezza e decenza».