IL PORTO DELLE SABBIE

Abruzzo/Dragaggio Pescara, slitta ancora l’inizio dei lavori

Marineria dubita anche della cassa integrazione

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1189

fiaccolata per il porto di pescara



PESCARA. Nuovo stop, inatteso e la marineria è sempre più sfiduciata.
Questa mattina i rappresentanti della marineria pescarese hanno avuto un incontro presso la Direzione Marittima con il comandante in seconda Antonio Catino per fare il punto della situazione sull'avvio del dragaggio.
All'incontro avrebbero dovuto partecipare anche alcuni dirigenti della Sidra, la società di Roma che si è aggiudicata il bando di gara per l'esecuzione dei lavori di escano del fiume Pescara. Ma a causa di impegni imprevisti nessuno di loro ha potuto raggiungere Pescara.
Al termine dell'incontro, il rappresentante dei pescatori Mimmo Grosso ha sottolineato come si vada incontro ad un allungamento dei tempi: «Il comandante Catino, che ringraziamo, non ha parlato di date, ma credo che sia evidente che l'inizio dei lavori slitterà ancora. Ci sono delle procedure lunghe e complesse che determinano purtroppo un nuovo posticipo dell'inizio del dragaggio. A questo punto credo che sia ipotizzabile un ritorno in mare non prima di fine aprile».
Grosso ha poi sottolineato che per avere le prime spettanze della cassa integrazione ci sarà ancora da attendere: «Riguardo l'incontro di ieri c'e stato forse un malinteso».
Secondo quanto riferito da Grosso, infatti, non é vero che arriveranno fra qualche giorno i soldi. «Abbiamo ricevuto solo un avviso di pagamento che sarà seguito da una successiva altra comunicazione che dovrebbe arrivare nelle prossime settimane. Stiamo parlando dei sei mesi del 2012, ma non dei primi mesi del 2013, visto che in questo caso non ci sono fondi disponibili. Per questo chiediamo - ha concluso il rappresentante della marineria - che si apra nei prossimi giorni un tavolo tecnico nei per mettere in calendario le prossime scadenze e dare risposte certe su quello che accadrà».