VERSO IL VOTO

Abruzzo/ Rivoluzione Civile presenta i candidati: «noi contro l’inciucio perenne di pe e Pdl»

La lista fa capo al magistrato palermitano Antonio Ingroia

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2996

CANDIDATI RIVOLUZIONE CIVILE




ABRUZZO. Sono stati presentati ufficialmente oggi i candidati della lista Rivoluzione Civile del magistrato Antonio Ingroia.
Venti candidati, espressione di tutti i territori della regione, «per concentrarsi sulla difesa dei diritti di tutti, a partire da lavoratori, precari, pensionati e fasce deboli della popolazione».
«Gli indecisi, in Abruzzo - ha affermato Mascitelli - sono 320 mila. Ma hanno già deciso che non voteranno la destra immorale di Berlusconi, la destra camuffata di Monti e il Pd di Bersani, che sbrana i suoi avversari per difendere la propria posizione sulla questione delle banche, senza però aver mai sbranato gli avversari sulla difesa dei diritti, dei lavoratori, dei precari e dei pensionati. Noi invece - ha spiegato - di queste cose parleremo e su queste cose ci confronteremo con tutti i nostri corregionali».
Secondo Costantini «il vero problema dell'Italia è l'inciucio perenne che si consuma tra Pd e Pdl. L'opposizione che viene rappresenta all'esterno - ha detto il capolista per la Camera - è solo di facciata. In realtà si spartiscono tutto, dalle banche alle società pubbliche. In Abruzzo, ad esempio, sulle società pubbliche è stato combinato un disastro».
«Noi siamo tanti», ha sottolineato Costantini, «siamo una proposta politica che ha determinato la nascita di una lista civica nazionale. Non siamo insieme per caso ma condividiamo valori e obiettivi politici. Ci opponiamo al Governo Monti, una opposizione già fatta dentro al governo Monti e fuori.

I CANDIDATI ALLA CAMERA
Alla Camera dopo Costantini c’è Emilia Di Matteo, 51 anni, consigliera Comunale di opposizione da giugno 2009 a Mosciano Sant’Angelo. E poi ancora Erman Dovis, 39 anni, operaio in una nota fabbrica della Val Vibrata, politicamente comunista e militante nel Partito dei Comunisti Italiani; Paola Angelillis, 49 anni, impegnata nel movimento civico di RETE2018 che ha come riferimento Leoluca Orlando. Non ha mai ricoperto incarichi politici. A seguire Pamela Caporale di Pescara, impegnata su temi ambientali e animalisti; Giampiero Riccardo, 30 anni, coordinatore Regionale Giovani Italia dei Valori – Abruzzo; Mariangela Antenucci, 35 anni consigliera comunale di Cupello, con una lista civica: Enrico Perilli, 39 anni, consigliere comunale all’Aquila presidente della commissione Ambiente-territorio urbanistica, ambientalista convinto; Tiziana Di Tecco, 47 anni, avvocato, eletta alle amministrative del 2009 quale esponente del PdCI ; Sefora Inzaghi, 33 anni, di Avezzano, precaria con un contratto di collaborazione con l'Istituto Aree Protette Abruzzesi; Gabriele Di Bucchianico, 37 anni, capogruppo IDV Consiglio Comunale Lanciano; Barbara Toppi, 38 anni consigliere ed assessore nel Comune di Manoppello.
Al Senato il capolista è il senatore uscente dell’Idv Alfonso Mascitelli. Dietro di lui Carlo Alicandri‑Ciufelli, 62 anni. medico chirurgo, ex Primario di Otorinolaringoiatria Ospedale di Teramo e candidato sindaco alle elezioni amministrative 2008; Donato Raffaele Ranni, 42, provenienza movimento Verdi. E poi Giuseppe D’Ortona, 45 anni, di Santa Maria Imbaro, operaio Sevel e delegato Fiom; Teresa Pezzi, 53 anni, avvocato di Francavilla al Mare; Barbara Monaco, 50 anni, responsabile dell’Osservatorio Provinciale Diversabilità della Federconsumatori; Marina Mancini, 53 anni - residente a L'Aquila - quadro direttivo presso banca dell'adriatico filiale di L'Aquila. E’ alla prima esperienza politica diretta, impegnata con il movimento civico di Rete2018.