LAVORO

Precari Provincia L’Aquila, in 40 sperano nella proroga del Governo

La firma potrebbe arrivare

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1419

Precari Provincia L’Aquila, in 40 sperano nella proroga del Governo
L’AQUILA.  Per il momento si aspetta anche se il contratto è gia scaduto a fine dicembre.

E’ legata ad un’eventuale proroga dei contratti, da parte del Governo, come accaduto per i lavoratori utilizzati per la ricostruzione nei comuni del cratere, la possibilità di una prosecuzione del rapporto di collaborazione tra i 40 precari con contratti Opcm, ovvero il pacchetto di ordinanze firmate dal presidente del Consiglio dei ministri nella fase di emergenza, e la Provincia dell’Aquila.
 A sostenerlo è il segretario regionale Fp-Cisl, Elvezio Sfarra, che interviene in merito alla lettera aperta inviata, nei giorni scorsi, dal Movimento precari.
«Qualora tale provvedimento dovesse venire meno», afferma Sfarra, «chiederemo alla Provincia di seguire strade alternative per garantire ai lavoratori, ai quali è scaduto il contratto il 31 dicembre scorso, la prosecuzione dell’attività all’interno dell’ente. Il Governo, a tal proposito, è chiamato ad intervenire e a seguire una linea omogenea rispetto ai precari degli altri enti locali nel cratere. La problematica si inserisce», continua il segretario regionale Fp-Cisl, «nella vertenza aperta sul precariato all’interno dell’ente che, attualmente, per i dipendenti legati ai fondi Por ha avuto una parziale soluzione con la proroga di tre mesi stabilita dalla Provincia, nonostante il mancato trasferimento dei fondi stessi da parte della Regione. Rimane appesa, comunque, per completare il quadro, la situazione di quei precari che, al 31 dicembre 2011, non si sono visti rinnovare il contratto e restano in attesa di decisioni concrete».
«Auspichiamo», conclude Sfarra, «una rapida soluzione per tutti i lavoratori senza l’apporto dei quali molti servizi della Provincia risulterebbero inadeguati».