PENA DA SCONTARE

Omicidio De Meo, arrestati gli autori del delitto: devono scontare pena di 7 anni

Dopo un breve periodo di carcerazione preventiva furono rimessi in libertà

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1689

Omicidio De Meo, arrestati gli autori del delitto: devono scontare pena di 7 anni


MARTINSICURO. Fu un atto violento che scatenò indignazione e dibattito sulla sicurezza in città e l’integrazione della folta comunità Rom.

Ci furono manifestazioni e attesa per la sentenza che arrivò. Dopo numerosi ricorsi e appello oggi la polizia di Teramo è andata a riprendere i due responsabili del pestaggio finito con l’omicidio di Antonio De Meo, 23 anni per portarli in carcere.

La notte del 10 agosto 2009, in un parco giochi di Martinsicuro, dopo una violenta aggressione perse la vita il giovane studente universitario Antonio De Meo.
Dopo l’indagine dei carabinieri del Comando Provinciale vennero arrestati i due autori, Mario Spinelli Mario e Emanuele Giannandrea, all’epoca dei fatti entrambi minorenni.
Le indagini consentirono di individuare anche una terza persona coinvolta nell’atto criminoso, non imputabile in quanto minore di anni 14.
I due giovani autori, di etnia rom, dopo aver trascorso un periodo di carcerazione preventiva, furono rimessi in libertà. Recentemente, però,  la Procura Generale della Repubblica presso la Corte D’Appello di L’Aquila, preso atto del rigetto del ricorso da parte della Suprema Corte di Cassazione, in base al dispositivo della sentenza del 15.12.2011 della Corte di Appello di L’Aquila,  ha emesso l’ordine di esecuzione per la carcerazione, dovendo i due espiare una pena superiore ad anni 7 di reclusione.
Lo scorso 27 dicembre 2012 gli uomini della squadra Mobile di Teramo hanno rintracciato e arrestare a Corropoli Spinelli mentre qualche giorno dopo si è costituito in questura Giannandrea.
I due sconteranno la pena nel carcere di Teramo.