IL PORTO DELLE SABBIE

Dragaggio Pescara, «entro il 15 gennaio la consegna dei lavori»

Ancora incertezze sull’avvio del cantiere

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2326

pescatori porto fiume dragaggio

PESCARA. Ancora ritardi sul dragaggio. I lavori non sono ancora partiti, perché?
Il Partito Democratico invita l’amministrazione Mascia a chiarire gli aspetti della vicenda che ancora una volta si è inceppata.
«Il 2012 è stato senza dubbio per la città di Pescara l’anno peggiore con la vergognosa chiusura del porto e il conseguente blocco di tutte le attività lavorative ed economiche, con perdita di posti di lavoro e danni per decine e decine di milioni di euro», denuncia il capogruppo del Pd, Moreno Di Pietrantonio.
«Tutto questo rappresenta sicuramente il fallimento della classe politica che governa la città di Pescara».
Le feste sono finite e il problema dragaggio resta. La gara d’appalto per i lavori di dragaggio del porto si è conclusa il 28 novembre 2012 con l’aggiudicazione dei lavori alla ditta Sidra di Roma per un importo al ribasso di 10.140.000 euro per 200.000 metri cubi di materiale da rimuovere.
La consegna dei lavori non è ancora avvenuta da parte del provveditorato alle Opere Pubbliche, stazione appaltante diretta dal provveditore Donato Carlea.
«Chiediamo insieme alla marineria e a tutti gli operatori commerciali del porto», continua Di Pietrantonio, «di conoscere i motivi di tale ritardo considerando il grave stato di emergenza che da più di un anno il porto di Pescara e tutti coloro che vi lavorano stanno vivendo e sopportando».
Il Pd chiede inoltre al sindaco e al presidente della Regione di intervenire immediatamente «affinché si acceleri la procedura burocratica di consegna dei lavori e si avvii finalmente il dragaggio da effettuare negli 85 giorni previsti dal bando di gara. C’è bisogno di sapere con certezza la data di inizio e fine dei lavori di dragaggio per poter programmare il futuro. Chiediamo inoltre all’Amministrazione comunale di Pescara di attivarsi presso le compagnie navali per programmare il ripristino dei collegamenti con l’altra sponda dell’Adriatico, questo lavoro va fatto con urgenza per avere qualche possibilità che nella prossima estate ci sia una nave che colleghi di nuovo Pescara e l’Abruzzo con la Croazia».

«LAVORI SARANNO CONSEGNATI ENTRO IL 15»
La consegna dei lavori relativi al dragaggio del porto di Pescara avverrà «entro il 15 gennaio» e proprio in queste ore il Provveditorato interregionale alle opere pubbliche sta definendo la data. Ne ha dato notizia stamani il Provveditore, Donato Carlea, al presidente della Provincia di Pescara, Guerino Testa, spiegando che tutte le procedure relative all'affidamento sono state portate a conclusione e l'ultimo passaggio da effettuare è proprio la consegna dei lavori alla ditta Sidra, aggiudicataria dell'appalto promosso dal Provveditorato, che riguarda 200mila metri cubi di materiale. Dal momento in cui avverrà la consegna scatteranno gli 85 giorni di tempo entro i quali la Sidra ha assicurato di espletare l'intervento. «Siamo dunque alle battute finali di questo processo - commenta Testa - per cui non resta che attendere gli ultimi giorni per poi assistere all'avvio delle operazioni che consentiranno al porto di Pescara di tornare operativo, come chiedono da tempo la marineria e tutti gli operatori».