OCCHIO ALLA NORMA

Norme sulla circolazione: abruzzesi impreparati a rischio multa. E voi?

Indagine dell’associazione Robin Hood

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

6301

CONTROLLO PATENTE
ABRUZZO. L’associazione Robin Hood ha condotto nel periodo di fine anno un’indagine che ha portato alla luce una vera e propria emergenza informativa.

Al centro dell’indagine due norme: la prima è quella che dal 7 dicembre 2012 obbliga l’annotazione sulla carta di circolazione delle persone che utilizzano l’auto per un periodo superiore ai trenta giorni (D.P.R. 198 /2012); la seconda dal 1 gennaio 2013 c’è l’assenza del rinnovo automatico delle polizze RCA e di conseguenza la copertura nei 15 giorni successivi ( art. 22 D. L. 179 del 18.10.2012 convertito in Legge n. 221 del 17.12.2012)
Dall’indagine condotta su un campione di circa 400 cittadini abruzzesi la prima norma introdotta è pressoché sconosciuta: solo l’1% del campione ha dichiarato di conoscerla dando la risposta di comprova corretta, un 29 % sono quelli che avevano sentito dire qualcosa e il 70% non ne sapeva niente. La seconda è conosciuta dal 18% ne avevano sentito parlare il 37% ed il restante 45% del campione ne era all’oscuro.
Nel primo caso chiunque, al di fuori del proprio nucleo familiare convivente, conduce un mezzo per un periodo superiore ai 30 giorni, la circostanza va annotata sul libretto di circolazione. La mancata annotazione prevede una sanzione a partire da euro 653 euro ed è previsto il ritiro della carta di circolazione. Va segnalato che per problemi tecnici prima della sua entrata in vigore è prorogato il termine.
Nel secondo caso la mancata copertura assicurativa determina la responsabilità diretta in sede civile da parte dell’automobilista (deve pagare il danno cagionato),In base all’art. 193 del codice della strada, il mancato pagamento sarà punito con una sanzione di 798 euro e il sequestro immediato del veicolo finalizzato alla confisca. La normativa introdotta, stabilisce una vera e propria deroga all'articolo 1899, commi 1 e 2, del Codice Civile.
L’associazione ritiene necessaria sia data più informazione, può essere questa l’ennesima tegola a cadere sui già tartassati automobilisti abruzzesi.

LE FONTI DA CONOSCERE
***Testo Decreto Presidente della Repubblica 198/2012
***Circolare che proroga i termini di applicazione dell’obbligo di aggiornamento
*** L’articolo d’interesse è il 22 Decreto-legge 18 ottobre 2012, n. 179
*** Conversione in legge con modifiche Legge 17.12.2012 n° 221