STATISTICHE

Abruzzo. Industria, la Valle Peligna decresce, la Valle Subequana cresce

Insufficiente crescita nelle costruzioni

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2195

Abruzzo. Industria, la Valle Peligna decresce, la Valle Subequana cresce
ABRUZZO. La Valle Peligna Tra il 2006 e il 2011 ha perso 63 imprese passando dalle 3.397 del 2006 alle 3.324 del 2011.

Sono questi i dati sulle imprese attive forniti dalla Camera di Commercio dell’Aquila.
La Valle del Sagittario, nello stesso periodo, ne ha perse 12 passando dalle 361 del 2006 alle 349 del 2011.
La Valle Subequana ne ha invece acquisite 15 partendo dalle 227 del 2006 e arrivando alle 242 del 2011.
Nello stesso periodo, in termini percentuali, la Valle Peligna decresce dell’ 1,86%, la Valle del Sagittario del 3,32% mentre la Valle Subequana cresce del 6,61% a fronte di una crescita media a livello nazionale del 2,27%.
Basti pensare che se le imprese della Valle Peligna fossero cresciute allo stesso ritmo di quello italiano si sarebbe registrato un incremento di 140 aziende anziché un decremento di 63 mentre se le imprese della Valle del Sagittario fossero cresciute allo stesso ritmo di quello italiano si sarebbe registrato un incremento di 20 aziende anziché un decremento di 12.

LE IMPRESE NEL TERRITORIO PELIGNO
La Valle Peligna si caratterizza per avere da un lato un’alta percentuale di imprese dedite al commercio (32%) di molto superiore a quella media nazionale (27%) e dall’altro lato una bassa percentuale di imprese nel settore dell’agricoltura(9% contro il 16% nazionale).
La Valle del Sagittario, al contrario, si contraddistingue per una bassa percentuale di imprese che esercitano attività commerciali (22% a fronte del 27% nazionale) e un’alta percentuale di attività ricettive (14% contro il 7% italiano).
La Valle Subequana presenta una quota di imprese bassa nel settore del commercio (21% contro il 27%) e alta nelle costruzioni (24% contro il 16%) e nell’agricoltura (25% contro il 16%).

Tra il 2006 e il 2011 la Valle Peligna registra importanti decrementi di imprese nell’ industria (-110) e nel commercio (-115), incrementi nei servizi (+102) e nelle attività ricettive (+69).
In termini percentuali la decrescita è stata determinata dalla notevole flessione dell’ industria (-23,91% contro il 13,34% nazionale) e del commercio (-9,66% contro il -0,02% italiano) e dalla bassa crescita nelle costruzioni (5,55% contro il 10,45% nazionale).

LE IMPRESE NELLA VALLE DEL SAGITTARIO
La imprese della Valle del Sagittario hanno registrato una flessione del commercio (-11), dell’ industria (-7) e inaspettatamente anche delle attività ricettive (-2).
Attività quest’ultima che è invece cresciuta dappertutto e specialmente nelle località ad alta vocazione turistica.
In termini percentuali Il decremento delle imprese è stato determinato dalla forte riduzione dell’ industria (-20% contro il -13,34% nazionale), del commercio (-12,64% contro il -0,02% italiano) e cosa ancora più grave anche delle attività ricettive (-3,85% in controtendenza rispetto al +34,80% nazionale).

LE IMPRESE NELLA VALLE SUBEQUANA
Nella Valle Subequana, diversamente dalle altre valli le imprese sono cresciute.
Gli aumenti relativamente più importanti si sono verificati nei settori dell’ industria (+5), delle costruzioni (+8) e dei servizi (+6) e per la quasi totalità si sono realizzati nel Comune di Castel Vecchio a seguito degli eventi sismici del 2009.
La crescita delle imprese in valori percentuali è stata determinata dall’ incremento dell’ industria (+33,33% in controtendenza con il -13,34% nazionale), dalle costruzioni (+16,33% contro il 10,45% nazio-nale) e dai servizi (46,15% contro il 22,87%).