DISABILI

Pescara, Babbo Natale in carrozzina: «no a pregiudizi»

Associazione promuove 'passeggiata empatica'

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1151

Pescara, Babbo Natale in carrozzina: «no a pregiudizi»


PESCARA. Disabili travestiti da Babbo Natale, bendati o in carrozzina, nel centro di Pescara.
L’obiettivo? Quello di far capire ai politici e ai cittadini che un ambiente privo di pregiudizi, barriere culturali ed ostacoli consente ai diversamente abili di vivere appieno il loro diritto alla cittadinanza. La 'passeggiata empatica', promossa dall'associazione 'Carrozzine determinate', andrà avanti fino a stasera, in piazza della Rinascita. All'iniziativa, oltre ai tanti cittadini impegnati nello shopping natalizio, hanno preso parte diversi esponenti politici. C'erano, tra gli altri, il presidente della Provincia di Pescara, Guernino Testa, e i consiglieri regionali Riccardo Chiavaroli, Nicoletta Verì (Pdl) e Marinella Sclocco (Pd), oltre ad assessori e consiglieri comunali di Pescara e dei centri limitrofi. Una trentina, nel complesso, i disabili che nel corso della giornata si alterneranno lungo le vie del centro. «L'integrazione - afferma il presidente dell'associazione, Claudio Ferrante - si promuove solo eliminando le barriere, prima culturali e poi strutturali. Oggi una signora del nostro gruppo non è riuscita ad andare in bagno per tutta la mattina; nei negozi di piazza Salotto noi non entriamo e questo ci lascia senza parole. C'è un'assenza totale da parte delle istituzioni».
«Quest'anno, sotto l'albero, speriamo di non trovare più le barriere, ma diciamo anche - conclude Ferrante - che ad anno nuovo inizieremo a presentare esposti alla Procura della Repubbblica».