CESSIONE DI AREE

Ex Cofa, accelerazione della procedura con l’intesa di Regione, Camera di Commercio e Comune

La vendita dovrà concludersi entro febbraio 2013

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1825

Ex Cofa, accelerazione della procedura con l’intesa di Regione, Camera di Commercio e Comune

PESCARA. La Regione, la Camera di Commercio e il Comune di Pescara hanno raggiunto l'intesa sul futuro dell'area dell'ex mercato ortofrutticolo.

Ieri la Conferenza dei servizi si è espressa favorevolmente all’unanimità per la procedura di stralcio della pianificazione delle aree di proprietà della Camera di Commercio e della Regione Abruzzo e per la perimetrazione del comparto che comprenderà anche l’area del Padiglione espositivo della Camera di Commercio.
«L’obiettivo ora», ha spiegato il sindaco di Pescara Luigi Albore Mascia, «è di accelerare le procedure per dare al più presto un volto e un’identità alla parte sud di Pescara». Alla riunione hanno partecipato, oltre al sindaco, l’assessore Marcello Antonelli, il presidente della Camera di Commercio Daniele Becci, il presidente della Provincia Guerino Testa, il dirigente della Regione Abruzzo Antonio Sorgi, l’assessore regionale Federica Carpineta e il direttore Caruso, e la macchina tecnica comunale.
La vendita della superficie dell’ex mercato ortofrutticolo, situata sulla riviera di Porta Nuova, alla Camera di Commercio, da parte della Regione Abruzzo, dovrà concludersi entro i termini fissati nell’accordo sottoscritto lo scorso 31 agosto, ovvero entro il prossimo 28 febbraio.
Bisognerà dunque dare attuazione all’intervento pubblico teso a valorizzare l’area, nonostante le difficoltà create all’attuazione del Piano particolareggiato 2 in riferimento alle sopravvenute operazioni urbanistiche sul sub-ambito ‘C’. Nel frattempo la Conferenza dei servizi di ieri si è espressa all’unanimità in favore della procedura di stralcio della pianificazione dell’area denominata ex Cofa e della sua perimetrazione per la formazione di un comparto, che comprenderà anche l’area del Padiglione espositivo della Camera di Commercio.
«La sua destinazione urbanistica», ha sottolineato il primo cittadino, «sarà perfettamente conforme al Piano regolatore, prevedendo sulla superficie una destinazione ricettivo-alberghiero-turistico-commerciale, dunque anche la sua attuazione sarà conforme al Prg e, in quanto tale, intendiamo portare il Piano alla ratifica del Consiglio comunale entro il prossimo gennaio 2013».