TASSE E POLITICA

Abruzzo, nel 2013 riduzione delle tasse. Chiodi: «il nostro regalo di Natale»

Consiglio dice no a riduzione stipendio proposto da Rc

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3605

consiglio regionale
ABRUZZO. Giornata intensa quella di ieri in Consiglio regionale.



L’assemblea ha approvato all'unanimità il progetto di legge che modifica il testo unico sul trattamento economico dei consiglieri regionali e sulle spese di funzionamento dei Gruppi consiliari.
Per quanto riguarda i consiglieri, le novità entreranno in vigore il prossimo primo gennaio. Oltre a una riduzione dell'indennità di carica (che viene parametrata a quella percepita in Emilia-Romagna, Regione presa a riferimento), vengono cancellati i rimborsi chilometrici per i consiglieri che risiedono fuori L'Aquila. E' stato inoltre confermato il regime sanzionatorio per le assenze ingiustificate alle sedute del Consiglio, delle Commissioni, delle Giunte e della Conferenza dei Capigruppo.
Cambia anche la disciplina dei finanziamenti ai Gruppi consiliari, in cui è l'Abruzzo la Regione presa a riferimento dal Governo. Resta fermo il divieto alla costituzione dei monogruppi, a meno che a seguito delle elezioni la lista elegga un unico rappresentante.
I contributi saranno calcolati sommando all'importo di 5mila euro l'anno per ciascun Consigliere, una quota pari alla popolazione residente (calcolata sui dati dell'ultimo censimento) moltiplicata per il coefficiente 0.05. Le spese per il personale dei Gruppi non potranno superare il limite del costo di un'unità di categoria D per ogni Consigliere, ma la riforma entrerà in vigore dalla prossima legislatura, mantenendo vigenti i contratti in corso.
«Con questa legge – commenta il presidente del Consiglio regionale Nazario Pagano – si prosegue nel percorso di contenimento dei costi della politica, che l'Abruzzo ha avviato già da diversi anni, ben prima delle imposizioni del Governo tecnico di Monti. E' un altro tassello a un più ampio progetto, che solo qualche settimana fa ci ha visto approvare la riduzione del numero dei Consiglieri dagli attuali 45 ai 31 della prossima legislatura».

ACERBO PROPONE ULTERIORE TAGLIO AGLI STIPENDI, CONSIGLIO DICE NO
Ma il consigliere regionale di Rifondazione Comunista invita il governo Chiodi a non festeggiare troppo per la riduzione del numero dei consiglieri e ricorda che «è un atto dovuto in applicazione di una norma nazionale».
In questo caso poi la riduzione non appare effettiva almeno per quanto riguarda gli emolumenti complessivi.
Acerbo aveva proposto un emendamento che abbassasse effettivamente il complesso delle indennità e dei rimborsi fissandoli a 4.300 euro per i consiglieri e 5.500 euro per i presidenti di Giunta e Consiglio. «Cifre congrue e non demagogiche, anzi anche fin troppo elevate visto che assessori e presidenti usufruiscono di auto blu e autista e quindi non hanno spese di trasporto a carico».

Il Consiglio ha bocciato la proposta: «preferiscono far finta di far sacrifici...che quelli veri sono riservati ai lavoratori e ai cittadini».

5 MILIONI ALLA SAGA, MAGGIORANZA DICE SI’
L’assemblea ha approvato l’erogazione di un contributo di 5 milioni e mezzo alla Saga, la società che gestisce l’aeroporto d’Abruzzo.
Il sì (della sola maggioranza) è arrivato dopo una sospensione di 15 minuti e una riunione dei gruppi a causa della mancanza del numero legale. Per l’opposizione, però, questo provvedimento sarebbe a rischio impugnazione da parte del Governo.
«L’Abruzzo segna il contrappasso – ha sottolineato il consigliere Lorenzo Sospiri (Pdl) -: mentre la crisi a livello nazionale comprime i consumi e riduce le presenze di passeggeri, lo scalo pescarese sta registrando un aumento di presenze con un trend in costante crescita. Merito di una strategia gestionale che ci ha consentito di puntare sui voli low cost effettuati sui maggiori vettori internazionali, che ha incentivato l’accesso all’aeroporto d’Abruzzo, valorizzando anche il volto, l’immagine, le risorse di Pescara e dell’intera regione quale luogo dell’accoglienza e della ricettività».

RIDUZIONI ADDIZIONALI FISCALI
Via libera anche all’ingresso della Regione, senza alcun impegno finanziario, nella Fondazione Flaiani di Alba Adriatica. Viene poi prorogato di due anni il termine (fissato al 31 dicembre prossimo) per l’adeguamento alle prescrizioni europee dei “tappeti mobili” presenti nelle stazioni sciistiche abruzzesi.
Il Consiglio ha successivamente approvato la riduzione delle addizionali fiscali regionali a partire dall’anno d’imposta 2012, per un importo complessivo stimato in 40 milioni di euro, di cui 22 relativi all’Irpef e 18 all’Irap. Per l’Irpef è prevista una riduzione dello 0.23 per cento (dall’attuale 1.73 per cento all’1.50 per cento) per i redditi fino a 15mila euro, e dello 0.11 per cento (dall’attuale 1.73 all’1.62) per quelli compresi tra i 15 e i 28mila euro. I contribuenti coinvolti sono circa 530mila. Per l’Irap, invece, è previsto un taglio dello 0.22 per cento per tutti i settori, fatta eccezione per il comparto agricolo, per cui la riduzione è fissata all’un per cento. Le imprese che beneficeranno del provvedimento sono poco più di 93mila.
«E’ il nostro regalo di Natale agli abruzzesi», ha detto il Governatore. Per Venturoni «è stato restituito il maltolto» e per Ricardo Chiavaroli «il provvedimento è unico in Italia ed evidenzia una volta di più il frutto tangibile del buon governo della maggioranza di centrodestra in Abruzzo».

PROROGHE GRADUATORIE
Via libera alle misure di contenimento dei costi di selezione del personale della Regione, con la proroga delle graduatorie vigenti al 31 dicembre del prossimo anno. Nella stessa norma è contenuto un emendamento che prevede, nelle more del riordino delle Aziende per il Diritto agli Studi Universitari, la nomina di un dirigente – scelto tra quelli già alle dipendenze della pubblica amministrazione – che si occupi della loro gestione.
I lavori del Consiglio regionale sono proseguiti con l’approvazione della legge che modifica la normativa del 1997 sul riordino territoriale dei Comuni e delle Comunità montane. Queste ultime verranno soppresse e sostituite da Unioni dei Comuni, cui spetterà la gestione in forma associata dei diversi servizi. Alle Unioni passeranno anche i dipendenti oggi in servizio presso le Comunità, che in caso di esubero saranno assorbiti dalla Regione. Approvato il Bilancio di previsione 2012 del Consiglio regionale, le modifiche al regolamento per il funzionamento del Consiglio e i provvedimenti amministrativi sui contributi alle Province per il trasporto scolastico degli studenti disabili che frequentano le scuole superiori e sul piano di assetto naturalistico della Riserva regionale “Abetina di Rosello”. Tornano in Commissione, invece, i progetti di legge sul riordino dei Consorzi di bonifica e sulle modifiche alla legge regionale sul commercio.