GIUSTIZIA

Si è insediato a L’Aquila il nuovo procuratore capo

Fausto Cardella sostituisce Alfredo Rossini

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

5127

Fausto Cardella

Fausto Cardella

L'AQUILA. Si è insediato ieri il nuovo procuratore capo della Repubblica dell'Aquila e procuratore della Direzione distrettuale antimafia del capoluogo abruzzese, Fausto Cardella.
Già pm del processo sull'omicidio di Mino Pecorelli Cardella sostituisce Alfredo Rossini, morto alla fine dello scorso mese di agosto.
Il procuratore, 62 anni, è stato per cinque anni alla guida della procura di Terni, e in precedenza consigliere in Cassazione. Ha lavorato a lungo come sostituto alla procura di Perugia , dove si è occupato importanti inchieste come quelle sulla cosiddetta tangentopoli (tra gli imputati c' era anche Pier Francesco Pacini Battaglia) e sul sequestro del piccolo Augusto De Megni.
 In precedenza Cardella era stato applicato alla procura di Caltanissetta, dove seguì insieme a Ilda Boccassini l'indagine sull'attentato nel quale morirono il giudice Giovanni Falcone e gli uomini della sua scorta. Ha guidato anche la procura di Tortona, negli anni in cui è stata riaperta l'inchiesta sulla morte di Fausto Coppi, poi definitivamente archiviata.
Il nuovo procuratore capo ha tenuto un breve discorso di saluto nell'aula del tribunale di Bazzano. «Personalmente - ha detto - sono contrario alla separazione delle carriere. Ritengo che il pubblico ministero sia il giudice dell'azione penale». Quindi, nel dirsi soddisfatto di questo nuovo incarico, ha ricordato il suo predecessore Rossini. Parlando poi dell'Avvocatura ha sottolineato di «condividere il metodo collaborativo per un processo giusto e veloce
Presenti alla cerimonia di presa di possesso del nuovo Procuratore capo della Repubblica tutti i sostituti procuratori ed alcuni magistrati del Tribunale e del Riesame.