AMBIENTE

Fiume Saline, il Comune istituisce un gruppo di monitoraggio

Una serie di professionisti per individuare le azioni per la futura bonifica

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3399

fiume saline
MONTESILVANO. La giunta approva una delibera di giunta che istituisce «un gruppo di lavoro multidisciplinare con figure di alta professionalità ed esperienza»,  per organizzare il regolare e sistematico monitoraggio del fiume Saline.




E’ questo il fulcro della decisione di giunta di ieri all’unanimità che ha la finalità di individuare le «azioni correttive da attuare sul sito per  perseguirne la sua sanificazione e la sua restituzione alla completa fruibilità da parte della cittadinanza».
«Stiamo dando – ha commentato il primo cittadino, Attilio Di Mattia - concretezza ai punti del programma elettorale. La bonifica e il recupero ambientale del Saline sono tra questi. Restituire ai montesilvanesi il loro fiume significa riuscire a determinare davvero il cambiamento per la città, perché, una volta bonificata la zona, essa sarà nella disponibilità dei cittadini e darà forza alla vocazione turistica della città.  Oggi abbiamo piantato un seme importante di un lavoro complesso ma assolutamente necessario, di cui vogliamo raccogliere i frutti in tempi ragionevoli».
«Il gruppo di lavoro – spiega l’assessore Iovine – sarà composto da professionisti: come un chimico, un geologo, un giurista esperto in campo ambientale, un economista, un ingegnere ed altre figure eventualmente necessarie che dovranno essere coordinate dal  mio assessorato. Le professionalità necessarie per il gruppo verranno reperite per quanto possibile tra il personale a disposizione dell'ente.  Le azioni che dovranno istruire per il risanamento del fiume e della zona in questione sono diverse, tra cui la  mappatura degli scarichi nel tratto di fiume di competenza (solidi/liquidi);lo screening del territorio per l'individuazione di eventuali discariche e scarichi liquidi abusivi; la mappatura delle vie d'accesso allo scarico».
Il fiume Saline è classificato S.I.N. (Sito di Interesse Nazionale), come stabilito dal Ministero dell'ambiente visto l'alto grado di inquinamento rilevato.
Sono stati individuati come principali agenti inquinanti i seguenti: rifiuti ingombranti, fanghi di depurazione civile ed industriale , oli, solventi ,vernici, rifiuti di produzione artigianale ed industriale di varia natura, percolato di discarica RSU.
La necessità del monitoraggio delle condizioni ambientali del fiume è considerata condizione fondamentale per il Comune che mira al recupero del sito che, una volta bonificato, rappresenterebbe un arricchimento per il territorio dal punto di vista non solo ambientale.