TEMPESTA IN ALTO MARE

Porto Pescara: fermo biologico prolungato fino al 28 febbraio

La Regione si accolla la spesa di 650 mila euro

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1544

Porto Pescara: fermo biologico prolungato fino al 28 febbraio
PESCARA. L'assessore regionale Mauro Febbo ha annunciato stamani che il fermo pesca, al porto di Pescara, proseguira' da oggi fino al 28 febbraio.

Lo ha fatto durante un incontro con i rappresentanti di armatori e pescatori che stanno manifestando sotto la sede dell'assessorato, in via Conte di Ruvo.
Il fermo sarà a carico della Regione, che si impegna a stanziare 650mila euro per mantenere lo stesso indennizzo erogato fino ad oggi (il fermo precedente scade proprio oggi) anche se gli operatori del porto chiedono maggiori risorse per il mese di dicembre.
Le somme per questo periodo non rientrano nel de minimis - ha spiegato Febbo. Dopodomani l'assessore sara' a Bruxelles per chiedere che l'Europa si accolli gli oneri relativi al fermo fino a meta' febbraio.
Febbo ha assicurato che lavorera' anche per ottenere dall'Europa il via libero al fermo dal primo gennaio a 15 febbraio solo per il porto di Pescara (che consentirebbe di evitare il fermo estivo).
E proprio questa mattina la marineria era scesa nuovamente in strada per manifestare contro il mancato dragaggio del fiume. Una cinquantina di pescatori si è radunata sotto l'assessorato all'Agricoltura della regione Abruzzo. «Noi vogliamo - ha spiegato il portavoce della marineria, Mimmo Grosso - che ci sia il fermo solo per la pesca a strascico e solo per Pescara e non anche per il resto della regione. Siamo decisi ad andare avanti nella nostra protesta fino a quando non vedremo riconosciute le nostre giuste ragioni perché ormai è da mesi che stiamo praticamente fermi».
 Grosso ha poi detto che questa mattina tre pescherecci (L'Aldebaran, il Lupetto, il Riviera) non sono potuti uscire dal porto in quanto come confermato dalla misurazione il livello batimetrico si è alzato di un altro mezzo metro. I manifestanti hanno portato alla chiusura al traffico dell'intero tratto di viale Conte di Ruvo.