GLI ARRESTI

Terremoto e Corruzione, «escort e viaggi con l’auto di servizio per il direttore della Provincia»

A Specchio, secondo l’accusa, offerti ‘diversivi’ con donne

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7768

Terremoto e Corruzione, «escort e viaggi con l’auto di servizio per il direttore della Provincia»
L’AQUILA. Emergono nuove circostanze nell’ambito dell’inchiesta che ha portato all’arresto, questa mattina, del direttore generale della Provincia dell'Aquila Valter Angelo Specchio.

GLI ARRESTI DI QUESTA MATTINA

Con lui sono stati arrestati anche Giancostantino Pischedda, procuratore speciale dell’impresa Pellegrini (presieduta da Maurizio De Pascale, presidente dell'Ance Confindustria l'associazione costruttori della Sardegna) e Franco Rossano Palazzo, legale rappresentante di una società di impianti tecnologici con sede a Foggia.
Mentre il presidente della Provincia conferma che Specchio (attualmente recluso nel carcere di Teramo) è automaticamente sospeso dall’incarico, l’ex presidente Stefania Pezzopane chiede che venga fatta chiarezza al più presto e ricorda che sulla vicenda della messa in sicurezza delle scuole «avevamo chiesto chiarezza in più occasioni» perché si aveva il sospetto che «la gestione fosse stata opaca».
Pezzopane spiega anche  che ogni «sollecitazione ad una maggiore trasparenza è sempre caduta nel vuoto e voglio pubblicamente denunciare che la richiesta, fatta più volte, della documentazione delle procedure eseguite non è mai stata corrisposta. Le carte non ci sono mai state date. Ci siamo appellati anche al Prefetto, ma neanche questo è servito per avere la documentazione».

VIAGGI E DONNE PER IL DIRETTORE GENERALE
Intanto emergono nuovi particolari dell’indagine. Nell'ordinanza di custodia cautelare composta di 135 pagine, c'è un capitolo dedicato sull'utilizzo della Bmw serie "5" di proprietà dell'Ente, che il dirigente avrebbe fatto per scopi personali al di fuori dell’orario di servizio. Da qui l’accusa di peculato.
Secondo quanto emerso in fase d’indagine Specchio l’avrebbe utilizzata anche per andare con alcune donne a Roma e nelle Marche.
Gli investigatori avrebbero ricostruito i suoi percorsi, annotando cene in vari ristoranti,  concerti.
Una volta sarebbe andato anche in riviera romagnola a prendere un’amica e in un’altra occasione si sarebbe fatto accompagnare da due ragazze all'aeroporto di Fiumicino (Roma) luogo in cui partiva in vacanza alla volta di Palma de Maiorca.

«ACCETTAVA REGALI DALL’IMPRESA»
Secondo i carabinieri del Ros, i finanzieri del Nucleo di polizia Tributaria e gli agenti dello Sco della Questura, tutti dell'Aquila, le investigazioni hanno evidenziato come l'ingegnere Specchio «si rendesse disponibile ad accettare regalie offerte dall'impresa Pellegrini per il tramite del suo "procuratore speciale», impegnato nei lavori post-sima del Liceo "Vitruvio Pollione" di Avezzano (L'Aquila). In particolare - si legge nell'ordinanza di cusotdia cautelare - il 12 giugno all'interno della Bmw in uso allo Specchio e' stata registrata una conversazione nel corso della quale lo stesso direttore generale della Provincia dell'Aquila anticipa alla romena 'Lena', dedita alla prostituzione che trascorreranno qualche giorno in Sardegna presso l'albergo "Le Dune"".

SOGGIORNO PAGATO DALLA SOCIETA’ PELLEGRINI
A curare il soggiorno di Specchio, lo stesso procuratore speciale della società Pellegrini «prenotandogli la struttura ricettiva, sostenendo le spese di noleggio dell'autovettura utilizzata dallo Specchio per i suoi spostamenti privati in Sardegna»
«L'albergo - si legge sempre nell'ordinanza - risulta essere stato pagato in contanti dalla donna di Speccho, circostanza probabilmente adottata per evitare la tracciaibilità».
Secondo gli investigatori il pagamento sarebbe stato fatto dal Pischedda  il quale avrebbe consegnato il denaro alla donna, che appare quale intestataria della ricevuta del resort».

SPECCHIA PAGO’ IL VIAGGIO DALLA ROMANIA PER L’AMICA
 Gli accertamenti eseguiti dagli agenti di polizia di frontiera di Cagliari-Elmas, hanno evidenziato che le spese di noleggio dell'auto utilizzata dalla coppia sono state liquidate dal Pischedda e che lo stesso Specchio aveva soggiornato presso la struttura ricettiva «presso la camera numero 9 con la cittadina romena, alla quale Specchio ha pagato le spese di viaggio di andata e ritorno per la Romania, consegnando cash 2 mila euro e nel corso della sua permanenza all'estero ha inviato altri 1.500 euro tramite Western Union».

NEL GIORNO DELL’ANNIVERSARIO
DEL TERREMOTO...
In una delle intercettazioni allegate all’ordinanza di custodia cautelare emerge come il 6 aprile di quest'anno, mentre tutta la citta' ricordava i 309 martiri del terremoto disastroso del 2009, il funzionario della Provincia dell'Aquila, con l'auto dell'Ente, una Bmw serie "5", si recava con una donna straniera all'hotel "Parco dei Principi" a Grottammare (Ascoli Piceno) per passare la notte con lei.
Il 9 maggio di quest’anno sempre un'intercettazione ambientale porta alla luce l'organizzazione da parte sempre dello Specchio di una festa a un noto ristorante aquilano in occasione del compleanno del dirigente della Regione Abruzzo, Pierluigi Caputi. Sempre utilizzando l'auto di servizio, Specchio si sarebbe recato in «Val Vibrata (Teramo) per prelevare due ragazze straniere, tali Monica e Denise per accompaganrle alla festa».
Nell'intercettazione Specchio ed un suo conoscente discutono su come organizzare al meglio la festa nella quale avrebbero dovuto partecipare delle escort e un senatore.
«Facciamo finta che siete due ragazze del ristorante - dice Specchio in un intercettazione ambientale - il proprietario del ristorante vi darà un grembiulino vi invitiamo a stare con noi al tavolo poi più in là dopo la torta insomma fate lo spettacolino , l'albergo l'ho preso di fronte al ristorante e quindi state benissimo».
Le due ragazze stando ai carabinieri del Ros, ai finanzieri del Nucleo di polizia tributaria dell'Aquila e dello Sco della Questura, sono state riaccompagnate prima di passare qualche ora in un locale notturno della costa.

BIGLIETTI PER IL CONCERTO DI MADONNA

In un altro passaggio Specchio annuncia ad una ragazza romena di recarsi a Roma per assistere al concerto di Madonna con i biglietti regalati «dal mio amico senatore. Mi vuole incontrare pago pegno».
Il 17 luglio 2012, terminata una festa in barca in cui Specchio era andato con l'auto di servizio, il direttore generale della Provincia dell'Aquila, era incappato in un controllo della polizia stradale a Citta' Sant'Angelo e a seguito della contestazione di guida in stato di ebbrezza alcolica, gli era stata ritirata la patente di guida. L'auto era stata consegnata al figlio dell'arrestato.