LE POLEMICHE

Pescara calcio, Mascia rompe il silenzio: «beghe di poco conto, legame solido con la società»

Sebastiani: «non facciamo politica e mai la faremo»

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1849

Sebastiani e Mascia

Sebastiani e Mascia

PESCARA. «Con la Pescara calcio non c’è alcun tipo di problema, la mia amministrazione ha un solido legale con la società».
Rimasto in silenzio per alcuni giorni il sindaco Luigi Albore Mascia ieri ha toccato l’argomento che sta tenendo banco ormai da diverse settimane, ovvero lo scontro tra alcuni consiglieri comunali e la società sportiva in merito a presunti canoni d’affitto non saldati.
I consiglieri Enzo Del Vecchio, Fausto Di Nisio e Renato Ranieri, videofonini in pugno, hanno effettuato una perlustrazione nei magazzini dello stadio dalla quale si dimostrerebbe il loro utilizzo da parte del club. Sebastiani ha replicato sostenendo che quelli inquadrati non sono spazi utilizzati dalla sua società e si è detto pronto a trasferire la squadra altrove (ha detto anche di aver già parlato con un sindaco di una città vicina).
A questa affermazione è seguito l’approvazione di un ordine del giorno in Consiglio comunale con il quale, da un lato si condanna apertamente «l’ipotesi ventilata di far giocare la squadra in altra città» e dall’altro si chiede senza mezzi termini «il rispetto di precisi obblighi nell’utilizzo delle strutture sportive dello Stadio Adriatico».
Adesso ha preso la parola anche il sindaco Mascia, tenutosi lontano dalle polemiche per giorni. Ieri in occasione del Gran Galà dello Sport promosso dal Coni ha chiarito: «come amministrazione comunale abbiamo un solido legame con la Società Delfino Pescara; rispetto alla presunta contrapposizione sottolineo che ho un rapporto straordinario con il presidente Sebastiani. Sono un tifoso del Pescara, sono un sostenitore della Pescara Calcio e ho grande ammirazione per tutti i pescaresi che ogni domenica si ‘sobbarcano’ l’onere, ma soprattutto l’onore di tifare la nostra squadra del cuore».
Il primo cittadino è convinto che «beghe di poco conto non possano scalfire il rapporto tra chi vive con passione le vicende dei colori biancazzurri e chi fa sacrifici per garantire alla città una squadra nella massima serie del Campionato di Calcio».
Il sindaco ha annunciato che si vedrà tra qualche giorno con il presidente Sebastiani: «credo che alla fine vi deluderemo perché la polemica sarà smorzata sul nascere».
E dopo alcune premiazioni, il presidente Sebastiani è stato invitato a raggiungere l’area degli scranni consiliari dov’è stato accolto con un abbraccio e stretta di mano dal sindaco Albore Mascia, e lo stesso presidente ha affermato: «preciso che non ho mai avuto problemi con il sindaco Albore Mascia né con i consiglieri. La Pescara Calcio non fa politica, non l’ha mai fatta né mai la farà».