FURTI

Furti a ripetizione in aziende edili e in una villa tra Montesilvano e Rosciano

Militari intercettano i ladri a bordo delle betoniere

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1531

Furti a ripetizione in aziende edili e in una villa tra Montesilvano e Rosciano
PESCARA. Due furti sono stati messi a segno a Montesilvano per un importo complessivo di 60mila euro.


Un altro si è registrato a Rosciano e in quel caso la refurtiva è stata ritrovata.
Il primo colpo è avvenuto ai danni di una ditta di demolizioni che si trova in via Cavallotti, a Montesilvano, dalla cui rimessa è sparito un autocarro Volvo sul quale si trovava un mini escavatore con un martello pneumatico montato. I ladri, per evitare di essere scoperti o rintracciati, hanno tagliato i fili dell'energia elettrica neutralizzando allarme e sistema di videosorveglianza. Per entrare hanno rotto il lucchetto del cancello. Poi sono spariti e il furto è stato scoperto questa mattina e segnalato ai carabinieri.
Sempre a Montesilvano i ladri hanno fatto visita ad una villa che si trova in via Monte Sirente, di proprietà di un commerciante. Per alcuni giorni non c'è stato e al rientro ha trovato la casa svaligiata e la cassaforte a muro vuota (aperta con una mola). Dentro c'erano oggetti di valore per un importo di circa 30mila euro. In questo caso per entrare hanno forzato la porta finestra della cucina. Indagini in corso dei militari dell'Arma della compagnia di Montesilvano, agli ordini del capitano Enzo Marinelli.

Ma la notte scorsa un furto si è verificato anche alla “Calcestruzzi Srl”, ditta che si trova in via della Bonifica a Rosciano. I ladri hanno portato via autocarri betoniere.
Quando i carabinieri di Popoli, diretti dal comandante Massimiliano Di Pietro, sono arrivati sul posto hanno trovato la recinzione rotta. I malviventi si sono introdotti all’interno dei capannoni e hanno forzato i blocchi di accensione per poi fuggire a bordo di ben 4 autocarri (2 betoniere e 2 per movimento terra).
I carabinieri di Popoli, insieme ai colleghi di Pescara, hanno intercettato i ladri in prossimità dello svincolo della Tiburtina tra Alanno e Scafa. I ladri si sono accorti della presenza dei militari e hanno abbandonato i mezzi dileguandosi a piedi. Le ricerche si sono protratte sino alle prime luci del giorno con l’aiuto anche del personale dei Vigili del Fuoco ma hanno dato esito negativo a causa del lieve vantaggio accumulato e dell’oscurità. I veicoli sono stati recuperati e restituiti al legittimo proprietario.