TERAMO

Strage di cani e gatti avvelenati a Teramo

Alcuni animali ricoverati, altri morti

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2906

polpette avvelenate

Polpette avvelenate

TERAMO. Strage di cani e gatti a Teramo, uccisi con bocconi avvelenati.


La denuncia parte dall'Associazione Amici degli Animali Città di Teramo che segnala diversi episodi In via Pepe, Via Tevere, Piazza Aldo Moro e zona San Berardo vicino alla Chiesa.
Alcuni cani avvelenati ora sono ricoverati presso l'ambulatorio veterinario Ricci ed i gatti purtroppo morti, all'esame autoptico risultano deceduti per avvelenamento. «I bocconi avvelenati potrebbero essere di tipo ratticida e si presenterebbero sotto forma di bustine Azzurre - spiega Gabriella Villanova, presidente dell'associazione animalista. Esorto dunque tutti i proprietari di cane a condurre il proprio animale al guinzaglio badando che non ingerisca nulla di raccolto dalla strada ed invito tutti commercianti di ferramenta e affini a non vendere almeno per le prossime ore sostanze velenose di qualunque tipo. Chiunque sia a conoscenza di persone o fatti che possano portare a morte violenta qualsiasi animale ha il dovere ed il diritto di denunciare (il reato e' penale). Cittadini manteniamo alta la guardia nella tutela del nostro territorio, ora più che mai ciascuno di noi può salvare la vita di un animale attraverso piccoli gesti di civiltà - èl'appello della Villanova. Sia compreso dalla collettività che i bocconi avvelenati oltre a causare una morte atroce agli animali sono possibile potenziale pericolo anche per i bambini».
Avvelenare un animale è un reato ai sensi dell'art. 544-bis del codice penale, cioè uccisione di animali. Inoltre l' art. 146 T.U. Leggi Sanitarie proibisce e punisce la distribuzione di sostanze velenose e prevede la reclusione da sei mesi a tre anni e un'ammenda da € 51,65 fino a € 516,46.