IL CASO

Pescara Parcheggi, Fli contro la maggioranza: «il Comune aumenta la disoccupazione»

Interrogazione urgente sul licenziamento di alcuni dipendenti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1364

Pescara Parcheggi, Fli contro la maggioranza: «il Comune aumenta la disoccupazione»
PESCARA. Interrogazione urgente in Consiglio Comunale per sollecitare l’amministratore unico della società Pescara Parcheggi Srl alla stabilizzazione del personale attualmente utilizzato.


«Vogliamo sapere», ha detto il capogruppo di Fli Massimiliano Pignoli che insieme all’opposizione ha presentato il documento, «come e perché non sono stati riconfermati i contratti di sette lavoratori di Pescara Parcheggi.
Siamo al paradosso e cioè che il Comune, anziché dare e creare lavoro, aumenta la disoccupazione in città». «Vorremmo sapere», ha continuato Pignoli, «come e perché sono stati mandati a casa sette lavoratori, alcuni dei quali in servizio da dieci anni. Vorremmo sapere e chiedere inoltre all’amministratore di Pescara Parcheggi quale è stato il modus operandi che ha portato al licenziamento di questi lavoratori che vivono di questo lavoro».
Per l’esponente del Fli il ripianamento dalla maggioranza avrebbe portato ad oggi «solo alla perdita di posti di lavoro».
Il consigliere denuncia la carenza di colonnine per pagare il pedaggio e di personale: «in diverse zone gli automobilisti arrivano, parcheggiano e vanno via senza pagare, come accade in via dei Bastioni, via Bologna (zona Inps), ex Fea, (zona Marina Nord), Piazza Alessandrini (ex Tribunale), via Gramsci».
«Se non avremo risposte immediate, siamo pronti – ha concluso Pignoli – assieme ai colleghi di opposizione a intraprendere tutte le azioni possibili per vedere riconosciuti i diritti dei lavoratori ingiustamente mandati a casa».
Un mese fa il Consiglio comunale di Pescara (quello che ha salvato il governo Mascia ) ha votato il ripristino del fondo da 20mila euro. Prima di trasferire invece alla società, che gestisce i posti auto a pagamento della città, il fondo da 100mila euro in conto capitale, occorrerà varare una modifica statutaria deputata al controllo interno dei conti, con la nomina del Collegio sindacale dei Revisori dei Conti o del Revisore unico.
Le forze politiche che sostengono il sindaco Albore Mascia nei giorni scorsi hanno esaminato la tematica inerente Pescara Parcheggi, concordando sulla necessità di rilancio della società con un’apertura verso l’esterno, con un socio privato. La prossima riunione è prevista per oggi.