IL FATTO

Ruba 200 euro al padre e simula furto della carta di credito

Genitore con il ladro in caserma

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1989

Ruba 200 euro al padre e simula furto della carta di credito
LANCIANO. Ha prima prelevato 200 euro dal conto corrente dei genitori utilizzando il postamat del padre senza che se ne accorgesse.

Poi lo ha accompagnato dai Carabinieri per sporgere denuncia di clonazione della “carta”. Smascherato dagli uomini dell’Arma, l’uomo è stato denunciato a piede libero con l’accusa di furto in abitazione. Protagonista della vicenda un 34enne di Lanciano che, a fine ottobre, approfittando dell’assenza dei genitori, si è recato a casa loro e, dopo essersi impossessato della carta “postamat” del padre e del relativo pin, ha prelevato 200 euro da un istituto di credito.
Alcuni giorni dopo però, il padre, controllando il suo estratto conto, si è accorto dell’ammanco di denaro e, certo di non averli prelevati lui quei soldi, ha pensato che qualcuno gli avesse clonato la carta. L’uomo, ignaro di come fossero andate realmente le cose, ha quindi deciso di recarsi dai Carabinieri per sporgere denuncia e, nell’occasione, il figlio si è offerto di accompagnarlo.
Ai militari della Stazione di Lanciano è bastato però visionare le immagini delle telecamere a circuito chiuso dell’istituto di credito, per capire che il “presunto malvivente” era proprio il figlio del denunciante. Convocato in caserma insieme al proprio genitore, il figlio è stato smascherato e non ha potuto far altro che ammettere le proprie responsabilità e chiedere scusa al padre. Malgrado il perdono del genitore l’uomo è stato denunciato ugualmente con l’accusa di furto in abitazione.