TERREMOTO

ABRUZZO. Due scosse di terremoto nell’Aquilano

La prima di 3.2 la seconda di 2.2

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

3097

ABRUZZO. Due scosse di terremoto nell’Aquilano
L'AQUILA. Una scossa di terremoto di magnitudo 3.2 è stata registrata la notte scorsa alle 00:11 in provincia de L'Aquila.


Secondo i rilievi dell'Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), il sisma ha avuto ipocentro a 9,6 km di profondità ed epicentro in prossimità dei comuni di Barete, L'Aquila e Pizzoli. Dalle verifiche effettuate dalla Sala situazione Italia del Dipartimento della Protezione civile, non risultano danni a persone o cose.
La scossa è stata avvertita distintamente dalla popolazione. Tante le telefonate ai centralini delle forze dell'ordine e ai Vigili del fuoco per chiedere come comportarsi, quale fosse l'intensità e l'epicentro. Molta gente si è riversata in strada e sono stati presi d'assalto i social network dagli utenti aquilani per ottenere informazioni sull'evento sismico.
Una seconda scossa è stata avvertita alle 5.20 di magnitudo 2.2 nel distretto sismico Velino Sirente. Il sisma ha avuto un epicentro a 9 km di profondità tra i comuni di Fossa, L’Aquila, Lucoli, Ocre e Rocca di Cambio.
Il 30 ottobre scorso si era registrata l’ultima scossa di magnitudo 3.6. Secondo l’Ingv può essere considerata ancora una replica del terremoto che ha colpito L'Aquila il 6 aprile 2009. «Il sisma è avvenuto nella stessa zona interessata dal terremoto del 2009», aveva spiegato la sismologa Lucia Margheriti.