TV ED ELETTROSMOG

Antenne San Silvestro, 15 giorni allo spegnimento. Mascia: «intervenga la magistratura»

Verì: «nessuna nuova analisi, solo perdita di tempo»

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2351

Nicoletta Verì

Nicoletta Verì

PESCARA. La data del prossimo 30 novembre segnerà lo spartiacque.

Se entro quella data il Tavolo Tecnico istituito dalla Regione con il Comune e i rappresentanti delle emittenti radiotelevisive, nazionali e locali, non avrà individuato una nuova localizzazione condivisa per lo spostamento delle antenne di San Silvestro, il Tavolo si scioglierà e ognuno andrà per la sua strada, secondo quanto prevede la normativa.
Il Comune annuncia che porterà avanti le proprie ordinanze di disattivazione degli impianti, che probabilmente avranno anche un iter giudiziario, ma soprattutto, a questo punto, «auspichiamo un intervento della Magistratura affinchè venga fatta rispettare la legge, perché oggi c’è un Piano Nazionale delle Frequenze che ci dice che San Silvestro è sito inidoneo, ovvero lì le antenne non ci possono più stare», ha detto il sindaco Luigi Albore Mascia.
Il primo cittadino adesso chiede, con i residenti del colle, alla Commissione regionale Sanità e al suo presidente, Nicoletta Verì, «di essere al fianco dell’amministrazione comunale in una battaglia, dura, difficile, che ora ha raggiunto il suo momento clou, in cui ci manca un piccolo passo per raggiungere l’obiettivo, e chiedo alla Commissione di non fare da sponda a chi sta cercando di frapporre nuovi ostacoli al nostro cammino».

E proprio ieri Mascia ha partecipato al vertice della Commissione regionale svoltasi nel salone della scuola primaria di San Silvestro alla presenza di un centinaio di residenti. Presenti, fra gli altri, i consiglieri regionali Lorenzo Sospiri, Alessandra Petri, Nasuti, Antonio Saia, e l’assessore comunale Eugenio Seccia.
La Commissione martedì prossimo stilerà un documento ufficiale con le proprie proposte e iniziative tese ad accelerare l’iter per la delocalizzazione degli impianti radiotelevisivi dal colle, ma che intanto ha già anticipato il proprio no all’esecuzione di nuovi esami sulle emissioni di onde elettromagnetiche dagli impianti, «esami che servirebbero solo a perdere altro tempo».
«A San Silvestro non predisporremo nuovi rilevamenti, bastano gli esami già svolti», ha ribadito il presidente Verì. «Il 30 novembre – ha ribadito il consigliere regionale Sospiri – sarà l’ultimo giorno per la decorrenza dei termini per la delocalizzazione delle antenne. Dopo quella data gli impianti ancora presenti verranno spenti».