CONSULENZE

Comune Pescara, torna il cerimoniere di D’Alfonso

Incarico di un mese

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2284

Comune Pescara, torna il cerimoniere di D’Alfonso

Una delle inaugurazioni organizzate

PESCARA. Per il Forum della città dell’Adriatico il Comune di Pescara sceglie il cerimoniere di D’Alfonso.

Così Gianfranco Giancaterino, che si è occupato dell’inaugurazione dell’Aurum ricoprendo proprio quella mansione di cui oggi il Comune ha nuovamente bisogno, riceve un nuovo incarico da Palazzo di Città, questa volta guidato dal sindaco Luigi Albore Mascia.
A firmare la determina lo scorso 2 novembre è stato il capo di gabinetto del primo cittadino, Marco Molisani (già capo di gabinetto del sindaco D’Alfonso). Il ‘fantasma’ dell’ex sindaco aleggia ancora oggi sulle decisioni di Mascia. Quest’ultimo da quando è salito in sella, ha sposato alcuni progetti del predecessore, come ad esempio il tanto criticato (quando stava all’opposizione) Ponte del Mare che lui stesso inaugurò definendosi addirittura «orgoglioso» .
Di Giancaterino dunque dovrà occuparsi del Forum che si svolgerà in città dal 28 al 30 novembre presso l’Aurum. Saranno presenti i rappresentanti di Albania, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Grecia, Italia, Montenegro, Slovenia e la città «vivrà un momento di particolare visibilità».
Ma per l’evento l’amministrazione pubblica aveva bisogno di «una particolare attenzione alle regole del cerimoniale» vista la «complessità e l’internazionalità dell’evento». Da qui la ricerca del cerimoniere di fiducia.
Le competenze della figura richiesta «non sono rinvenibili», si legge nella determina, «tra il personale nella dotazione interna all’Ente». Per questo è stata aperta la selezione a seguito di un avviso pubblico. E l’ha spuntata Di Giancaterino visto «il “curriculum vitae” da cui risulta una pluriennale esperienza nell’ambito del cerimoniale internazionale, nazionale e locale».
L’incarico avrà una durata non superiore ai 20 giorni per una spesa per l’ente di 2.178 euro iva inclusa. Lo stesso Di Giancaterino nelle scorse settimane ha presentato la proprio candidatura anche per un altro incarico, quello da coordinatore degli uffici di staff del sindaco nei rapporti con la direzione generale, segreteria generale, il settore gabinetto del sindaco e sovrintendenza del cerimoniale. In quel caso ci sono 14 concorrenti in gara. Il Comune non ha ancora reso noto il nome del prescelto.
La vicenda dei pagamenti al cerimoniere è finita anche nel processo in corso per presunte tangenti al Comune che vede imputato anche l'ex sindaco Luciano D'Alfonso. Secondo l'accusa della proura con i fondi pubblici si pagavano azioni che prevedevano però un esclusivo ritorno di immagine del sindaco.