PROTESTE

Sciopero generale, mercoledì manifestazione regionale a Pescara

«Città blindata», attesi in 5 mila

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

3824

cgil sciopero
PESCARA. Città blindata mercoledì per la maxi-manifestazione sindacale regionale promossa dalla Cgil a Pescara.

In piena mattinata, a partire dalle 9.30, il corteo attraverserà l’intero centro cittadino, fermando, inevitabilmente il traffico. Complessivamente, secondo la stima della Polizia municipale che scorterà l’evento, sono previste in città oltre 5mila persone, tra cui molti arriveranno a bordo di 40 pullman attesi da fuori, ai quali si aggiungeranno gli studenti pescaresi: tutte le strade interessate dalla manifestazione verranno chiuse al transito delle auto al passaggio del corteo.
La Cgil ha deciso di tenere a Pescara, comunque motore-economico d’Abruzzo, la propria iniziativa di protesta sindacale, riunendo da tutta la Regione nel capoluogo adriatico tutte le maestranze, che saranno protagoniste di una manifestazione che si annuncia di enormi proporzioni.
La mobilitazione si svolgerà contemporaneamente in tutta Europa ed è stata indetta per contrastare «le politiche recessive dei governi europei che hanno prodotto solo l'aumento delle tasse e della disoccupazione; inoltre gli ulteriori tagli a salari e stato sociale hanno aggravato ancor più le disuguaglianze e le ingiustizie sociali».
«Lavoro e solidarietà», dicono dalla Cgil, «sono le linee che i sindacati stanno cercando di mettere in campo nelle difficili vertenze per evitare i licenziamenti. Oltre alla scuola e agli operai delle aziende in crisi Aderiranno tutti i settori del trasporto, tranne quello aereo e del trasporto pubblico locale.
«Dalle 14 alle 18», avverte la Filt, «sciopero nel trasporto ferroviario e nelle attività di supporto di pulizia delle vetture, di ristorazione a bordo e di accompagnamento notte. Nel trasporto marittimo ritarderanno di 4 ore le partenze le navi e traghetti. Si fermeranno le ultime quattro ore della prestazione lavorativa tutti gli addetti delle autostrade, dell'Anas e gli autisti di camion. Nei porti lo stop sarà di 4 ore per ogni turno di lavoro. Lo sciopero infine interesserà anche l'autonoleggio, il soccorso autostradale, le autoscuole, i trasporti funebri e gli impianti a fune».
Gli operato del trasporto pubblico locale sciopereranno, invece, il 16 novembre con una manifestazione nazionale a Roma.

CORTEO E VIABILITA’ A PESCARA
Come pianificato con la Polizia municipale il corteo prenderà il via dal piazzale antistante il mercato ittico all’ingrosso, in via Paolucci, dove i 40 pullman si fermeranno per far scendere i propri passeggeri per poi dirigersi verso le aree di risulta dove attenderanno la conclusione dell’evento. Il corteo comincerà a muoversi intorno alle 9.30 percorrendo piazza Italia, piazza Duca D’Aosta, corso Vittorio Emanuele, via Venezia contromano, via Nicola Fabrizi, corso Umberto per terminare la sfilata in piazza Sacro Cuore dove si svolgerà il discorso di chiusura. Per agevolare il passaggio del corteo il Comune ha previsto e istituito il divieto di sosta sul lato sud di via Venezia, al fine di non restringere la carreggiata.
Tutte le strade saranno chiuse al traffico per garantire il passaggio del corteo, e questo inevitabilmente creerà dei disagi, trattandosi comunque di una manifestazione che si svolgerà in pieno giorno lavorativo, di mattina. «L’invito agli automobilisti», ha detto il vice sindaco Fiorilli, «è di seguire con attenzione le indicazioni che arriveranno dalla Polizia municipale e di anticipare o posticipare per quanto possibile i propri spostamenti sul territorio per evitare di restare bloccati in mezzo al traffico».