SVENDITA "GIOIELLI" DI FAMIGLIA

Pescara. Immobili comunali all’asta: due sole aggiudicazioni. Comune deluso

Su 7 immobili offerte solo per due

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2555

Pescara. Immobili comunali all’asta: due sole aggiudicazioni. Comune deluso
PESCARA. “Sono stati aggiudicati rispettivamente all’impresa Sciarra Costruzioni la porzione dell’immobile di vicolo Bardet e al privato Giovanna Brandelli la porzione di fabbricato situata in Salita Francescone.

Somma complessiva pari a 188mila 500 euro: sono questi i primi due immobili comunali alienabili che ieri sono andati all’asta. Alle 10 in punto è partita l’apertura delle buste contenenti le offerte, le uniche due pervenute al Comune sui 7 immobili messi all’asta.
Il valore complessivo degli immobili compresi nel primo lotto posto all’asta ammonta a 1milione 397mila euro e comprendeva i seguenti beni: area edificabile libera situata in via Nazario Sauro, 445metri quadrati, del valore di 275mila 900 euro; piccolo corpo di fabbrica libero situato in via Lago di Borgiano, di 43 metri quadrati, con una piccola corte annessa, di 106,50 metri quadrati, del valore di 53mila 369 euro; locale commerciale situato in viale Kennedy 112 di 43 metri quadrati del valore di 145mila 340 euro; una porzione di fabbricato di antica costruzione situata in via Vicolo Bardet prezzo a base d’asta 57mila euro; locale uso ufficio in via Primo Vere numero 138, di 97 metri quadrati del valore di 182mila 360 euro; locale uso ufficio in viale Primo Vere 144, del valore di 578mila 820 euro; infine porzione di fabbricato situato in via Salita Francescone 8, donato al Comune dal Barone Vincenzo Basile nel 1975, di 70 metri quadrati, del valore di 105mila euro.
«Le offerte dovevano essere ovviamente a rialzo – ha ribadito l’assessore Seccia – e in tutta franchezza ci aspettavamo una maggiore partecipazione. Invece alla chiusura dei termini abbiamo verificato che sono pervenute due sole offerte: la prima per la porzione di fabbricato situata in via Vicolo Bardet, per il quale si è partiti dal prezzo base di 57mila euro e l’immobile è stato acquistato dall’impresa Sciarra Costruzioni che ha offerto 61mila 500 euro. La seconda offerta, presentata dal privato Giovanna Brandelli, riguardava la porzione di fabbricato situata in Salita Francescone, dove si partiva dal prezzo base di 105mila euro: l’immobile è stato venduto per la somma di 127mila euro, con un incasso complessivo per il Comune pari a 188mila 500 euro, risorse che andremo a reinvestire sul territorio. Probabilmente la scarsa partecipazione è da imputare al vento di crisi che serpeggia nella nostra economia e che quindi ha scoraggiato quanti già in passato erano addirittura venuti personalmente in Comune per verificare la possibilità di acquisire quegli stessi immobili».