IL DIALOGO

Stella Maris Montesilvano, Comune e Provincia cominciano a pensare al futuro

Tavolo di lavoro ieri tra i due enti

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2983

Stella Maris Montesilvano, Comune e Provincia cominciano a pensare al futuro
PESCARA. Tavolo di lavoro ieri mattina tra il Comune di Montesilvano e la Provincia di Pescara sul futuro di Stella Maris.

Presenti all’incontro,  tenutosi presso la Sala giunta del Palazzo di città, il sindaco di Montesilvano Attilio Di Mattia, il presidente della Provincia Guerino Testa, e gli assessori, Enzo Fidanza per il comune di Montesilvano e  Aurelio Cilli per la Provincia di Pescara.
Incontro che ha dato seguito all’indirizzo della mozione scaturita dal consiglio comunale del 18 ottobre svoltosi presso “Stella Maris” che indicava nell’istituzione di un tavolo di lavoro tra i due enti il primo passo operativo da compiere. Nel confronto odierno è stata avviata la discussione tra le due parti con un iniziale scambio di idee e punti di vista sul futuro dell’ex colonia.
«E’ iniziato un cammino insieme alla Provincia – hanno sottolineato al termine della riunione il sindaco Di Mattia e l’assessore Fidanza - che ci dovrà portare a condividere la soluzione più opportuna per ridare il giusto slancio e valorizzare il complesso Stella Maris».
«Abbiamo portato all'attenzione del Comune di Montesilvano - dicono Testa e Cilli - il progetto che la Provincia intende portare avanti per sistemare la parte esterna della Stella Maris e siamo pronti ad analizzarlo con l'amministrazione comunale, dando seguito all'ampia discussione che è avvenuta nelle scorse settimane durante una seduta straordinaria del Consiglio comunale».
Prossimo appuntamento fissato per la settimana prossima.
Proprio in Consiglio comunale Di Mattia aveva chiesto che la gestione dell’immobile venisse affidata al Comune. «Come la Regione ha ceduto gratuitamente la proprietà dell’immobile alla Provincia – secondo Di Mattia - così la Provincia può cederla al Comune: «noi sappiamo cosa farci».
Nell’idea di Di Mattia la struttura dovrà diventare il centro nevralgico del turismo di tutta l’area con la costituzione dell’ente Montesilvano marketing, in cui far convergere tutte le attività turistico-ricettive della zona.