Ospedale Avezzano dice sì al piano anti neve

La proposta è stata lanciata dal Cna Avezzano

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1504

Ospedale Avezzano dice sì al piano anti neve
AVEZZANO. L’ospedale San Filippo Neri di Avezzano ha detto sì ad un piano anti neve e ghiaccio.

L’idea, giunta sul tavolo del direttore amministrativo, Stefano Di Rocco è partita dal Cna (confederazione nazionale artigianato), sezione Avezzano.
II piano che sarà presto definito nei suoi dettagli, prevede l’attivazione di una macchina organizzativa che garantisca l’accessibilità e fruibilità del nosocomio, punto di riferimento strategico per la Marsica. L’obiettivo è di rendere l’ospedale funzionale al 100% nelle 48 ore successive alla nevicata.
Il piano riguarda anche gli ospedali di Tagliacozzo e Pescina e le altre strutture Asl presenti ad Avezzano.
Già alle prime avvisaglie di gelate e nel primo giorno di nevicata la macchina organizzativa si attiverà con una serie di interventi che prevedono lo sgombero della neve dalle pavimentazioni stradali, dalle sedi pedonali, dai parcheggi, dai cortili, dalla piattaforma di atterraggio degli elicotteri e da ogni altro luogo indicato dall'azienda sanitaria.
Il personale incaricato, una volta raccolta la neve, provvederà ad accumularla nei luoghi indicati dall'azienda sanitaria, così da liberare le cunette per lo scolo delle acque e spargerà fondenti chimici misti a sabbia per prevenire la formazione di superfici ghiacciate.
Sono previste anche operazioni di rimozione dei cumuli di neve con autocarro e lo sgombero necessario per agevolare la circolazione pedonale.
Tutti i marciapiedi su suolo pubblico accanto alla Asl devono essere liberi e puliti. Le ditte incaricate al servizio dovranno provvedere allo sgombero della neve e del ghiaccio con una certa rapidità e dovranno avere subito a disposizione i mezzi necessari. Proprio per garantire la tempestività dell’operazione, l’ospedale dovrà anche dotarsi di un piano di reperibilità rivolto a tutti gli operatori residenti ad Avezzano.
Secondo il piano, le vie di accesso all'ospedale dovranno essere sgombrate tempestivamente dall'amministrazione comunale cosi come il parcheggio antistante la struttura. L'azienda sanitaria dovrà anche indicare l’ordine degli interventi che presumibilmente avverranno prima nell’area pronto soccorso, area dializzati, parcheggio dei medici reperibili.
«Proprio per evitare complicanze», dice Pasquale Cavasinni, direttore del Cna, «è auspicabile che tutti gli operatori dell'azienda siano provvisti di gomme antisdrucciolo o di catene a bordo ed in particolar modo tutti i mezzi in dotazione all'azienda».