SICUREZZA

Pescara. Nuovo blitz della polizia a Rancitelli

Ieri sera un arresto nel quartiere

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2598

Il blitz

Il blitz

PESCARA. Questa mattina è stato effettuato nel quartiere Rancitelli  un servizio di controllo del territorio disposto dal questore Paolo Passamonti.

Il blitz ha interessato lo stabile denominato “Ferro di Cavallo”, di via Tavo e poi si è esteso nel quartiere di Fontanelle.
  Il dispositivo è stato assicurato da 30 unità della Polizia di Stato tra personale della Questura, Reparto Prevenzione Crimine, Reparto Mobile di Senigallia, Polizia Ferroviaria e Polizia Stradale, con l’ausilio di 2 unità cinofile antidroga della Guardia di Finanza, ed il supporto di unità dell’Esercito e dei Vigili del Fuoco. Presente anche personale del 118.
    Sono state effettuate 6 perquisizioni domiciliari finalizzate al contrasto del traffico di stupefacenti, estendendo la ricerca a tutte le pertinenze  dei condomini interessati; sono state identificate 73 persone sospette, controllati 46 veicoli, elevate 7 sanzioni amministrative per violazione al Codice della Strada con il sequestro amministrativo di 2 autovetture.
Si tratta di un ulteriore operazione straordinaria a fini soprattutto di prevenzione, spiegano gli inquirenti, che mira al rafforzamento delle misure generali di vigilanza e controllo del territorio «già quotidianamente assicurate nei diversi quartieri di Pescara, attraverso l’individuazione, la rilevazione e la conseguente repressione di eventuali illegalità riscontrate, anche in materia di violazioni al codice della strada e leggi speciali».

TENTA DI INVESTIRE PEDONI CON L’AUTO
E ieri sera, intorno alle 21,45, la polizia era intervenuta proprio a Rancitelli. Lì, alla guida della sua automobile, probabilmente sotto l'effetto di sostanze stupefacenti, un uomo ha rischiato di investire un gruppo di pedoni, e ha urtato ripetutamente alcuni veicoli in sosta sbattendo contro la serranda di un negozio.

E' stato poi fermato ed arrestato, non prima di aver opposto resistenza alle forze dell'ordine. Protagonista dell'episodio un 30enne del posto, P.D., finito in manette per il reato di resistenza a pubblico ufficiale. Gli agenti della volante impegnata in attività di controllo nella zona, poco prima delle 22 hanno notato in via Tavo un gruppo di pedoni spaventati ed hanno appurato che un'automobile di colore scuro a tutta velocità li aveva quasi investiti. La Polizia si è subito messa sulle tracce del veicolo, che nel frattempo aveva urtato ripetutamente contro altre vetture, un motociclo e la saracinesca di un negozio. Una volta fermato, in via Nora, il 30enne, in evidente stato di alterazione psichica dovuto probabilmente all'assunzione di sostante stupefacenti - la Polizia è in attesa dei risultati dei test tossicologici - ha tentato di opporre resistenza agli agenti, ma è stato bloccato ed arrestato.