IL COLPO

Furti: razzia di caditoie e tombini sulle strade di chieti

Furti: razzia di caditoie e tombini sulle strade di chieti

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2178

Furti: razzia di caditoie e tombini sulle strade di chieti
Bottino da 3 mila euro

CHIETI. Una ennesima denuncia nei confronti di ignoti a causa di un furto anomalo: ben 23 caditoie/tombini stradali.Dai carabinieri è andato l'assessore ai Lavori Pubblici Mario Colantonio. «Tali irresponsabili atti, commessi da soggetti senza scrupoli - rileva l'amministratore - mettono a grave repentaglio la pubblica incolumità sia dei pedoni ma soprattutto di ogni veicolo che transita con l'inconsapevolezza del pericolo».
Proprio in questi giorni dedicati alla Festivita' dei Morti, ma soprattutto nei fine settimana, sono stati  simultaneamente commessi questi reati. «Ritengo che anche questa volta le forze dell'ordine», continua Colantonio, «si impegneranno con le indagini del caso ma ciò che amareggia è che nessuno si accorga mai di nulla o veda qualcosa. E' chiaro che il pensiero deve essere rivolto anche a chi riceve tali manufatti in ferro-ghisa che vengono comunemente venduti a chi abitualmente raccoglie e smista materiali ferrosi».
Chi riceve ed acquista questo genere di materiali, evidentemente trafugato dalla viabilità pubblica, trattandosi di tombini il piu' delle volte anche marcati dalla linea di produzione, commette il reato di ricettazione.
«Non credo che in Abruzzo», commenta l’assessore, «siano tante le ditte che si occupano dell' attività di riacquisto di materiale ferroso riciclato e anche rubato. Spero che gli inquirenti vogliano indirizzare le loro indagini anche in questa direzione». L'assessore, infine, ricorda che ogni tombino da acquistare costa alla collettività circa 130 euro più  Iva; lascio, pertanto, all'immaginazione del lettore quanto pesino questi ripetuti, scellerati reati».