TOPI D'APPARTAMENTO

Rapine e furti ad anziani, sgominata banda di rom

Fermati a Giulianova

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1991

Rapine e furti ad anziani, sgominata banda di rom
TERAMO. I carabinieri di Fano e Pergola hanno sottoposto a fermo  tre pregiudicati .

Derubavano e rapinavano gli anziani vivendo in abitazioni di lusso e ben arredate le 3 persone arrestate dai carabinieri della compagnia di Fano, che dovranno rispondere di rapina aggravata in concorso. Secondo l’ipotesi accusatoria i tre si dedicavano principalmente a furti e rapine ai danni di anziani commessi in tutte le Marche, mentre una quarta persona, una donna di 20 anni, M.S., è stata denunciata a piede libero per gli stessi reati.
Il provvedimento, emesso dalla Procura della Repubblica di Pesaro, è stato notificato ai tre a Giulianova e Alba Adriatica, nel Teramano. L'accusa è di rapina aggravata in concorso.
 I fermati sono un uomo e due donne, tutti di etnia rom: Dario Di Rocco, 51 anni di Giulianova, Filomena Spinelli, 27 anni e Virginia Di Rocco, 50 anni.
Le indagini erano partite dopo una rapina ai danni di un'anziana vedova di Pergola, alla quale erano stati sottratti oltre 1.200 euro e diversi gioielli in oro da due donne che, spacciandosi per impiegate comunali addette al controllo della raccolta differenziata, si erano presentate a casa della signora facendosi mostrare come eseguiva la raccolta differenziata e chiedendole 100 euro quale importo dovuto per i rifiuti solidi urbani del mese precedente.

CITTADINI ALBANESI TROVATI IN POSSESSO ARNESI SCASSO
Venivano dal maceratese per compiere furti in abitazione in Abruzzo. Due albanesi, I.H. e A.G., sono stati intercettati la scorsa notte a Celano, dal personale della Squadra Mobile e del Commissariato di Avezzano, a bordo di una Bmw di grossa cilindrata e trovati in possesso di arnesi atto allo scasso e denunciati. Nell'auto sono stati trovati quattro guanti, quattro grossi cacciaviti, un martello e un'ascia. A uno dei due stranieri sono stati sequestrati passaporto, carta d' identità e patente di guida, tutti rilasciati dalle autorità albanesi.