CASO RISOLTO

Vasto, ritrovati ad Isernia i due fidanzatini in fuga

I carabinieri risolvono il caso

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2177

carabinieri
VASTO. Sono stati rintracciati dai Carabinieri i due ragazzi di Cupello che si erano allontanati dalle loro abitazioni, lo scorso venerdì.

 Sono stati rintracciati a Isernia dove sarebbero arrivati dopo aver girovagato in auto il Molise. I due stanno bene e non presentano problemi di salute. Sollievo dopo la grande preoccupazione per le rispettive famiglie.

Alle ore 12:30, presso la Compagnia Carabinieri di Vasto i militari  forniranno ulteriori dettagli.
La differenza di età tra lui (21 anni) e lei (14) avrebbe creato qualche dissapore nelle famiglie per la relazione nata tra i due da qui la decisione di scappare. Lui, impiegato in un'officina meccanica del paese, ha telefonato al lavoro dicendo che venerdì non sarebbe andato; lei, è uscita per andare a scuola e non è più tornata a casa.
Cellulari muti, nessun segnale, neanche tramite i social network. Poi questa mattina la svolta. Nei giorni scorsi anche il sindaco di Cupello aveva lanciato un appello ai due: «Se qualcuno li sta aiutando – aveva detto - faccia in modo che i ragazzi rientrino a casa al più presto, le famiglie hanno capito e ci sarà modo di parlare e confrontarsi».

«Stanno bene e entrambi sono molto contenti di riabbracciare i genitori dopo questa fuga d'amore».
 E' quanto dichiarato dal capitano dei Carabinieri di Vasto, Giancarlo Vitiello, a margine della conferenza stampa convocata a Vasto nella sede della Compagnia per annunciare il ritorno a casa della coppia di fidanzati di Cupello dopo 6 giorni di fuga.
«I due sono stati rintracciati a Isernia, erano in una macchina - dice Vitiello - stanno bene e ieri pomeriggio sono tornati a casa. Le ricerche hanno avuto esito positivo grazie alla collaborazione della nostra compagnia con il nucleo investigativo di Chieti e i colleghi di Isernia».
 I due nelle ultime ore della fuga avrebbero mandato 'messaggi' e comunque non avrebbero ostacolato le attivita' degli inquirenti, stanchi dopo 6 giorni di vita in auto, dove hanno anche dormito.
«Un particolare ringraziamento va alla Procura di Vasto - sottolinea Vitiello - per come ha preso a cuore la vicenda».
 Al vaglio della magistratura la posizione del ragazzo, 21 anni, meccanico in un'officina di Cupello da un paio d'anni innamorato di una studentessa di 14 anni.