SANITA'

Cepagatti, distretto sanitario a rischio chiusura

Indagine sui requisiti minimi di agibilità e salubrità

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2556

Camillo Sborgia

Camillo Sborgia

CEPAGATTI. «Il distretto sanitario di base di Cepagatti è a rischio chiusura».


Torna a ripeterlo il consigliere comunale, Camillo Sborgia che si rivolge al sindaco, Francesco Cola.
Il problema è che l’edificio di via Unesco (attuale sede del distretto) si trova in una palazzina fatiscente e necessita di un adeguamento ai requisiti previsti per le strutture sanitarie.
«Attualmente», spiega il consigliere, «la struttura è oggetto di una indagine per i “requisiti minimi di agibilità e di salubrità” e questo, purtroppo continua a non suscitare nemmeno un briciolo di responsabile atteggiamento da parte di questa amministrazione comunale».
Il consigliere spiega che c’è stata una precisa istanza-denuncia della Segreteria Provinciale del sindacato Fials che risale al 23 marzo tesa a verificare la sicurezza della struttura. Questo ha scatenato una serie di indagini ed approfondimenti da parte degli organi di polizia giudiziaria rispetto ai quali «gli amministratori hanno scelto di guardare altrove come se tutto ciò fosse lontano».
« Non esiste una risposta istituzionale del Comunale a queste problematiche», ha detto Sborgia, «che anche l’Ente Comunale conosce, non c’è stata una necessaria azione di incisivo impegno per eliminare e scongiurare il pericolo di una chiusura del distretto sanitario di base di Cepagatti».
Già da tempo il consigliere sollecita l’amministrazione in questo senso. La richiesta di Sborgia, di portare in consiglio la discussione sul presidio, non è stata accolta, ma il consigliere torna a ripetere la sua idea.
«Non bastano più le giustificazioni che si basano su meccanismi burocratici di rilascio documenti e relative autorizzazioni», dice Sborgia, «perché la percezione che la città ha maturato è che questa amministrazione non fa altro che disattendere tutte quelle attenzioni che la città richiede verso una struttura importantissima. È drammaticamente vicino il contraccolpo che subirebbero sia la comunità di Cepagatti sia la cittadinanza dell’intero comprensorio perché l’idea che il distretto possa chiudere è una ipotesi che tutti dobbiamo combattere, perché il territorio va difeso e salvaguardato».
Il consigliere ha perciò chiesto che la sorte del distretto sanitario di base di Cepagatti diventi un punto nodale nell’agenda dell’amministrazione.