Manca l’acqua a Roseto: nessuna comunicazione del Comune

Problemi per le attività della zona

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2067

Manca l’acqua a Roseto: nessuna comunicazione del Comune
ROSETO. Da qualche giorno, nella frazione di Montepagano, a Roseto, manca l’acqua potabile.

La crisi idrica è dovuta dalla rottura del tronco 200 di Morro D'Oro che rifornisce anche Cologna Paese e Montepagano. Lo denuncia il portavoce della Federazione della Sinistra Roseto, Marco Borgatti. A segnalare il fatto, però, sono stati gli stessi residenti della zona allarmati per l’interruzione improvvisa del servizio.
Il disservizio va avanti da lunedì, alcuni eserceti interpellati da PrimaDaNoi.it sono arrabbiati per le difficoltà che devono sopportare non abbastanza però per protestare a viso aperto.
C'è chi svolge attività in cui l'aqua è fondamentale e lamenta di aver perso clienti ma dice di essersi arrangiato.
Secondo molti non ci sarebbe stata comunicazione preventiva da parte delle istituzioni locali, a parte un passaparola che poi ha trovato conferme grazie a conoscenze dirette dentro la Ruzzo (la società che fornisce il servizio a Roseto) ha potuto capire l’entità del problema.
Da oggi tuttavia l'aqua è ripresa a scorrere in alcuni rubunetti ma non in tutti.
Problemi intuibili anche per le attività di ristorazione.
Non è la prima volta che si verificano problemi del genere a Roseto. L’estate scorsa tutta la fascia costiera di Roseto e Cologna Spiaggia è stata privata dell’acqua in piena estate per un’intera giornata a causa degli eventi atmosferici che hanno messo gli impianti di potabilizzazione di Montorio al Vomano e Casale S. Nicola parzialmente fuori servizio.
Quello che sorprende di più, secondo Borgatti, «sono la totale assenza di comunicazione da parte del Comune che non ha avvisato i rosetani e la mancanza di misure tampone, come l’invio di autobotti nelle zone prive di rifornimenti».
«Ma cosa sta succedendo al Ruzzo?», si chiede Borgatti, «nel giro di un anno nella sola città di Roseto ci sono stati mancati approvvigionamenti di acqua nei periodi estivi e rotture del sistema fognario che hanno causato per ben due volte la chiusura di tratti di spiaggia in piena stagione estiva. Un episodio può capitare può accadere un imprevisto ma una serie così pesante di disservizi nell'arco di un anno non viene ricordata da nessuno».
Il portavoce ha invitato il Comune «a battere i pugni sopra i tavoli del cda del Ruzzo per chiedere soluzioni e una manutenzione accurata oltre ad una serie di investimenti per evitare tali problemi».
«Non è un segreto», ha concluso Borgatti, «che le nomine dirigenziali in Ruzzo avvengono tramite politica e probabilmente la coincidenza dei “colori” porta la nostra amministrazione ad essere tollerante. Il Comune deve farsi sentire, deve pretendere delle soluzioni dal Ruzzo e se non vogliono turbare i pensieri di amici e colleghi di partito lascino le loro poltrone e consentano a chi ama la città di farsi sentire per il bene dei cittadini nelle stanze del Ruzzo».