STALKING

Moglie denuncia marito per stalking, scattano le manette

Per il giudice l’uomo doveva stare alla larga dalla donna

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4081

Moglie denuncia marito per stalking, scattano le manette
MOSCIANO SANT’ANGELO. I Carabinieri della Stazione Carabinieri di Mosciano nella mattinata di ieri 21 ottobre hanno proceduto all’arresto di Filippo Moretti, 58 anni di Mosciano.

L’uomo è accusato di stalking nei confronti della consorte.
Nei giorni scorsi a Moretti, già deferito nel mese di settembre per analoghi episodi, era stato notificato un provvedimento del giudice il quale gli aveva imposto l’allontanamento dalla casa familiare. Ma l’uomo, noncurante delle prescrizioni dell’Autorità Giudiziaria, nella tarda mattinata di domenica si è presentato presso l’abitazione della moglie e dopo vari tentativi è entrato con prepotenza.
La donna, vista la situazione e temendo per la propria incolumità ha allertato i Carabinieri che sono arrivati subito sul posto. Il marito violento è stato portato in caserma e dichiarato in arresto e ristretto al carcere di Teramo in attesa della convalida prevista per oggi.
Nei giorni scorsi i Carabinieri di Silvi Marina hanno Claudio Rosato 48 anni in quanto sorpreso a spacciare una cocaina ad un tossicodipendente del luogo, a sua volta segnalato alla competente Autorità di Governo quale assuntore.
Rosato, sottoposto a perquisizione, è stato trovato in possesso di materiale idoneo al confezionamento e successivo smercio della droga. Dopo le opportune formalità, è stato accompagnato presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari in attesa della convalida. Il giorno dopo il giudice ha disposto la misura cautelare in carcere in attesa del rito abbreviato previsto per il 23 novembre 2012.
Sempre nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia hanno tratto in arresto la nomade Marilena Do Giorgio, di 44 anni di Giulianova perché destinataria di un Ordine di Carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica di Macerata per numerosi furti e truffe perpetrati nei mesi addietro. La Rom ristretta nel carcere di Teramo dovrà scontare 3 anni e 3 mesi di reclusione.