L'Aquila. Terremoto, crollo con 17 morti: un condannato e due assolti

Tre anni ad ingegnere De Angelis

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

2445

L'Aquila. Terremoto, crollo con 17 morti: un condannato e due assolti

L’AQUILA. Il Tribunale dell'Aquila, ha condannato a tre anni di reclusione, Diego De Angelis.
L’ingegnere era imputato nell'ambito del crollo dell'edificio di via Generale Francesco Rossi all'Aquila, in cui nella notte del 5 aprile sono morte 17 persone.
Nell'ambito dello stesso processo sono stati assolti con formula piena Davide De Angelis ed Angelo Esposito. L'ingegnere aquilano era accusato di omicidio colposo, lesioni e disastro colposo e la Procura aveva chiesto la condanna a quattro anni di reclusione.
Diego De Angelis fu direttore dei lavori e amministratore del condominio.
Tra gli elementi determinanti dei crolli ci sarebbero stati proprio la qualità scadente del calcestruzzo depotenziato, errori di progettazione e calcolo.
Errori che sarebbero stati riscontrati soprattutto nella parte riguardante la sistemazione dei telai non sistemati nelle direzioni cardinali che avrebbero dovuto "reggere" ad un eventuale sisma.