SPENDING REVIEW

Pescara, l’autista del Comune che guadagna 4 mila euro al mese

La denuncia del capogruppo Fli al Comune, Massimiliano Pignoli

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

7299

Il consigliere Pignoli

Il consigliere Pignoli

PESCARA. 130 euro al giorno, ossia più di 4.000 euro al mese.

Tanto spende il Comune di Pescara per pagare un autista di autobus e pullman. E la cifra non comprende il pagamento di contributi ed assicurazione.
Lo denuncia il capogruppo Fli al Comune, Massimiliano Pignoli che sull’argomento presenterà al prossimo Consiglio comunale un’interrogazione.
Il servizio copre il trasporto per gli alunni delle scuole di via Rubicone e Foscolo ed è svolto da un autista esterno. Il Comune, dunque,  non ha assunto un suo dipendente.
Secondo il capogruppo, «è inammissibile che in tempi di spending review e ristrettezze economiche, l’Ente anziché assumere un autista, si permetta il lusso di far  lavorare un dipendente esterno, pagandolo in maniera esagerata».
Ci sono poi i problemi legati alla qualità. Sempre secondo Pignoli, il servizio scuolabus è «a dir poco deficitario, considerando che ci sono famiglie che ne hanno fatto richiesta e che sono ancora in attesa, essendoci oggi una cronica mancanza di mezzi e appunto di autisti. Non passa giorno che l’ufficio scuola del Comune e il sottoscritto non ricevano lamentele e proteste da parte degli utenti che hanno o i figli lontani dalla scuola oppure problemi economici e quindi non in grado di accompagnarli. Per tutta questa serie di problemi credo che sia giunto il momento di regolarizzare, o comunque migliorare un servizio essenziale, considerando che l’anno scolastico è iniziato da un mese».
Ancora un caso di presunto spreco, dunque, al Comune e che si somma a soldi già spesi in passato  come i 70 mila euro impiegati dal 2009 ad oggi per le sedute straordinarie del Consiglio comunale di Pescara.