LA SCOPERTA

Trovato cadavere sulla spiaggia di Montesilvano

Ancora sconosciuta l’identità dell’uomo

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2555

motovedetta della capitaneria
ABRUZZO. Probabilmente era arrivato nel nostro paese con mille speranze, quelle di poter migliorare la propria vita.

Invece ha trovato la morte. Sabato pomeriggio verso le 18.30 è stato lanciato l’allarme alle forze dell’ordine poiché un pescatore aveva avvistato un cadavere in acqua a Montesilvano. Il tratto di mare interessato era quello antistante lo stabilimento balneare Bagni Bruno.
In spiaggia sono arrivati i carabinieri, coordinati dal capitano Enzo Marinelli, e la Capitaneria di porto, il cui personale ha provveduto al recupero materiale del cadavere.
Non si ha ancora la certezza sulla identità della persona ma è certo che il corpo è rimasto in mare a lungo e presentava un avanzato stato di decomposizione.
Il luogo del ritrovamento ha però fatto subito pensare ad una segnalazione lanciata nei giorni scorsi che potrebbe svelare le circostanze in cui l’uomo ha perso la vita. Circa una settimana fa, infatti, era stato dato l’allarme perché alcune persone avevano visto un uomo di colore immergersi in mare. I testimoni hanno poi perso di vista l’uomo. Aveva lasciato la sua bicicletta e uno zaino sulla spiaggia, poi trovati dai militari dell'Arma insieme ad un biglietto scritto in inglese con frasi dal contenuto religioso.
Facile pensare ad un suicidio e ad un grande disagio forse acuito dalle condizioni in cui molti extracomunitari sono costretti a vivere nel nostro Paese.