LA LOTTA

«Salviamo ospedale e centro anziani di Penne»

L’appello del Comitato di Lotta Sanità Vestina

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1910

«Salviamo ospedale e centro anziani di Penne»

PENNE. Il Comitato di lotta Sanità Vestina si riunirà il prossimo 19 ottobre alle 17.30 presso la società operaia di Penne in via dei Martiri Pennesi.
Durante l’incontro si parlerà delle strategie per difendere l’ospedale San Massimo ed il centro di soggiorno per anziani in località Carmine. Due strutture, ritenute strategiche per la comunità locale. La protesta si inserisce in un clima generale di malcontento dovuto ai tagli dei posti letto negli ospedali ed alla riduzione dei servizi.
Questo è lo scopo del Comitato: «durante l’assemblea intendiamo produrre un documento sull’attuale situazione della sanità e su come noi tutti vorremmo che la Regione Abruzzo intervenisse. Il documento sarà inviato a tutti i consiglieri regionali sperando che lo presentino in Consiglio e per quella occasione il gruppo intende fare un sit in davanti al palazzo della Regione».
«Tutti noi cittadini», ha detto il gruppo, «vorremmo che la nostra sanità funzionasse meglio e avesse positive prospettive future. Per questo pretendiamo investimenti sicuri e non su basi aleatorie».
 Il Comitato ha anche aperto una pagina Facebook per denunciare i disservizi della sanità vestina.   «a partire dalla cassa automatica ticket posta all’ingresso dell’ospedale di  Penne e non funzionante, alle liste di attesa lunghissime».
Il 5 settembre scorso il Comitato Lotta Cittadina ha organizzato un corteo pubblico a Penne per difendere la sanità vestina.
Secondo il comitato, «il centro di soggiorno per gli anziani in località Carmine è costato più di 15 milioni di euro ed ora giace chiuso ed abbandonato. Così come nessun investimento è stato fatto per il nosocomio San Massimo».