RIFIUTI

I rifiuti di San Vito Chietino diretti in Emilia Romagna

Il Comune ha affidato lo smaltimento ad una ditta di Sogliano al Rubicone

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1776

san vito chietino
SAN VITO CHIETINO. I rifiuti umidi del Comune di San Vito Chietino saranno smaltiti in Emilia Romagna.

L’amministrazione, con determina numero 224 del 5 ottobre a firma del dirigente Corrado Verì, ha deciso di affidare alla ditta Sogliano Ambiente spa, di Forlì Cesena, il trasporto e lo smaltimento dell’umido.
Questo perché il Consorzio intercomunale Civeta (cui San Vito Chietino appartiene) non può ricevere la frazione umida raccolta nel territorio di San Vito per problemi di capienza dell’impianto. E così l’Ente ha deciso di dirottare i rifuti a 320 km di distanza.
Il costo complessivo dell’operazione è di 20.000 euro (139 euro a tonnellata), così c’è scritto sulla determina, in base al preventivo di spesa che la Ditta Sogliano Ambiente S.p.a. di Sogliano al Rubicone ha inviato al Comune su sua richiesta. Non si sa in base a quali criteri la scelta sia ricaduta sulla ditta emiliana, né quali siano le altre aziende interpellate dal Comune.
Né si sa per quanto tempo la Sogliano Ambiente svolgerà il servizio per il Comune frentano. Dubbi che forse saranno sciolti nella prossima seduta del Consiglio comunale. La lista civica San Vito Bene Comune ha già annunciato tramite il proprio blog un'interrogazione sulla vicenda durante la prossima assise civica.
Di sicuro la scelta deriva da una annosa situazione che riguarda gli impianti del Civeta e la gestione dei rifiuti spesso anche costellata da scandali ed inerzia degli enti locali e della Regione. Oggi si scopre che le discariche sono piene ed in via d'urgenza si cerca di porvi rimedio.
Il risultato (tra gli altri) più pesante è di sicuro il prossimo aumento della tassa sui rifiuti. Come sono lontani i tempi in cui si cercava di convincere la cittadinanza a fare la raccolta differenziata perchè così «avrebbero pagato meno tasse»

«PICCOLO COSTO IN PIU’ PER IL COMUNE»
L’assessore all’Ambiente Luigi Comini ha precisato che lo smaltimento dell’umido in Emilia Romagna non comporterà grandi costi aggiuntivi a carico del Comune di San vito Chietino in quanto, «l’unica maggior spesa che il Comune dovrà affrontare è certamente tollerabile (tra le 25 e le 30 euro circa a tonnellate)».
L’assessore ha precisato che il Comune non fa parte del Consorzio Intercomunale Vastese e che perciò per conferire questi rifiuti nell'impianto del Civeta deve essere periodicamente autorizzato, visto che la precedenza al conferimento viene data ai Comuni consortili. Il costo di smaltimento presso il Civeta è di 110 euro a tonnellata escluso il trasporto che, comunque, è compreso nei costi della raccolta differenziata; mentre il costo per lo smaltimento in Emilia Romagna è di 139 euro.
«La somma prevista nella determina (20.000 euro per il servizio presso l’impianto di Sogliano al Rubicone)», ha concluso l’assessore, «infine, è quella che, presumibilmente (perché tutto dipende naturalmente dalla quantità di rifiuti conferiti), il Comune dovrà impegnare fino a dicembre nel caso in cui questa situazione di emergenza persisterà. Anche altri Comuni limitrofi si tanno orientando verso tale scelta».