ALLAGAMENTI

Pineto, nasce l’ufficio comunale permanente di Protezione Civile

L’amministrazione a lavoro per individuare i responsabili degli allagamenti, mentre fioccano le prime sanzioni del corpo forestale di Atri

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1816

Pineto, nasce l’ufficio comunale permanente di Protezione Civile

PINETO. Continua l’azione serrata dell’amministrazione comunale di Pineto nell’individuazione dei responsabili degli allagamenti che, a seguito delle piogge delle scorse settimane, hanno colpito numerosi quartieri della cittadina adriatica.
È stato  istituito l’ufficio comunale di Protezione Civile come struttura permanente nella gestione dei servizi ordinari e di emergenza di competenza di Palazzo di Città. Un nuovo organismo che, di concerto con gli amministratori, opererà sul territorio con attività di prevenzione, previsione e gestione degli interventi con personale appositamente dedicato.
«Ma non è tutto – spiega il sindaco Luciano Monticelli –. Sono in programma ogni settimana numerosi sopralluoghi sul comprensorio cittadino, suddiviso per l’occasione in macroaree che sono oggetto di continui controlli. L’obiettivo è quello di produrre, al termine di ogni mese, un vero e proprio report che ci consenta di monitorare costantemente la situazione e di tenere tutto sotto controllo».
Diverse, infatti,  le responsabilità rintracciate nel corso dei giorni, dagli enti sovracomunali che non hanno provveduto alla manutenzione ordinaria dei canali di loro competenza fino agli agricoltori sorpresi a violare le disposizioni dettate dal Regolamento di Polizia Rurale.
Proprio questi ultimi sono stati oggetto di alcune sanzioni da parte del Corpo Forestale di Atri, che ha individuato numerose irregolarità nell’esercizio dell’attività agricola.
«Siamo dinanzi alla dimostrazione di quanto anticipato finora dall’amministrazione comunale – sottolinea Monticelli –. Sono stanco di addossarmi colpe quando la macchina amministrativa sa come muoversi e si è sempre adoperata per prevenire il rischio idrogeologico. finalmente qualcosa inizia a muoversi. Dal canto nostro faremo di tutto affinché chi di dovere si adoperi per operare nella regolarità».