PUBBLICA AMMINISTRAZIONE

Teramo Lavoro, dipendenti del centro impiego non andranno a casa, per ora

Firmato accordo tra Provincia e Teramo Lavoro srl

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

1042

Venanzo Cretarola

Venanzo Cretarola

TERAMO. Non andranno a casa, almeno per ora, i 67 lavoratori di Teramo Lavoro srl pagati con il Fondo Sociale Europeo.

Oggi, la Provincia di Teramo e la sua società in house (Teramo Lavoro appunto), hanno firmato un accordo che sospende la risoluzione anticipata dei contratti. Con l’accordo la Provincia si è impegnata al pagamento delle fatture emesse dalla società, relative alle mensilità di agosto e settembre, per i servizi erogati dai suoi dipendenti, impiegati presso il settore lavoro di via Taraschi e nei centri per l’impiego.
La risoluzione dei contratti sarebbe scattata domani, 3 ottobre, e verrà comunque riattivata se entro il prossimo 26 ottobre non si procederà al pagamento dei lavoratori.
Al tavolo hanno partecipato, oltre al presidente della Provincia di Teramo Valter Catarra, all’assessore al Lavoro, Eva Guardiani, anche il direttore generale dell'Ente, Gianna Becci, l’amministratore unico di Teramo Lavoro, Venanzio Cretarola ed il responsabile del personale, Salvatore Lagatta.
«Si è trattato di un ulteriore impegno», ha commentato Catarra, «coerente con la volontà di questa amministrazione di trovare, come sempre abbiamo fatto finora, una soluzione atta a garantire la prosecuzione dei servizi erogati dalla Teramo Lavoro. Si tratta ovviamente di una soluzione che consente di scongiurare il problema nell’immediato, in attesa di riscontri dalla Regione e dalla competente autorità di gestione sullo sblocco dei finanziamenti Fse».
Anche l’assessore provinciale al Lavoro, Eva Guardiani, ha espresso soddisfazione. «L’accordo che abbiamo sottoscritto oggi», ha detto, «è pienamente in linea con l’indirizzo politico che ci siamo dati; ancora una volta siamo riusciti a superare la criticità e a garantire la continuità contrattuale per 67 lavoratori, che in tutto questo tempo hanno continuato regolarmente a prestare la propria attività e che voglio personalmente ringraziare per la pazienza e la professionalità dimostrate».