LA TRAGEDIA

Picchiato da buttafuori a Roseto, muore cadendo dal secondo piano

Lite durante una festa, stava in una clinica di Parma

WhatsApp 328 3290550

Reporter:

WhatsApp 328 3290550

Letture:

4885

Cardinal Ferrari di Fontanellato

Il luogo della tragedia

PARMA. Era ricoverato da una settimana in un centro di riabilitazione neurologica della provincia di Parma.

La tragedia è avvenuta ieri sera, questa mattina la morte all'ospedale Maggiore di Parma. Il protagonista è, come ha raccontato da Tv Parma, Emanuele Zanna, 36 anni, originario di Giulianova di Teramo, ricoverato nel Cardinal Ferrari di Fontanellato, in provincia di Parma.
Secondo gli inquirenti l’uomo all’improvviso avrebbe deciso di togliersi la vita gettandosi dal secondo piano dell'edificio ma i familiari respingono con forza questa ipotesi. Il giovane era sedato a causa delle sue condizioni di salute e avrebbe solo tentato di andare via dalla clinica ma non sapeva di trovarsi al secondo piano. I familiari, dunque, premono sulla pista dell’incidente anche perché sostengono che nello stato in cui si trovava, Emanuele non avrebbe mai potuto maturare l’ipotesi di autodeterminarsi in un gesto estremo.
L'uomo era in cura nella struttura parmense per i gravi traumi subiti in una violenta lite con un buttafuori all'esterno di una discoteca di Roseto degli Abruzzi dove stava festeggiando il compleanno della sorella. La serata si era trasformata in una vera e propria tragedia.
I fatti risalgono al 31 agosto scorso e, secondo le indagini, il giovane fu spintonato e colpito con dei pugni prima di cadere a terra e battere la testa.
Soccorso, fu prima ricoverato d'urgenza nel reparto di rianimazione dell'ospedale di Teramo in gravi condizioni. Dopo l'uscita dal coma farmacologico, c’è stato il trasferimento a Fontanellato per iniziare la riabilitazione. Non ha mai ricordato nulla di quanto accaduto la sera dell’aggressione.
La scorsa notte il gesto estremo sul quale bisognerà fare chiarezza. Ora la camera dove era ricoverato é sotto sequestro e sull'accaduto stanno indagando i carabinieri di Fontanellato. Per l'aggressione del trentaseienne sono state indagate quattro persone, fra di loro lo stesso buttafuori.