PESCARA

Il mistero, motoscafo abbandonato sulla costa pescarese

Nuovo e in perfette consizioni, indagini in corso

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

1715

MARE SPIAGGIA PESCARA
PESCARA. Sarà la Capitaneria di Porto di Pescara a dover far luce sul ritrovamento misterioso, avvenuto la sabato notte, di un motoscafo abbandonato e trascinato alla deriva dalle correnti.

L’imbarcazione è arrivata sulla battigia antistante lo stabilimento Croce del Sud, sulla riviera nord. Ad accorgersi del natante, in perfetto stato, sono state le pattuglie della Polizia municipale, coordinate dal maggiore Adamo Agostinone, che stavano effettuando il servizio di controllo sulla spiaggia in occasione del Botellòn Party e che intorno alle 3.30 si sono resi conto di quella presenza insolita e soprattutto vietata dalle norme del codice della navigazione.
«Come da verbale stilato dalla Polizia municipale e dal maggiore Agostinone – ha detto il capogruppo Foschi – i vigili si sono accorti di una strana luce bianca ingombrante che si intravedeva a riva, dinanzi allo stabilimento balneare Croce del Sud. Quando le pattuglie sono arrivate sul posto non riuscivano a credere ai propri occhi: a riva, abbandonato alla deriva, c’era un motoscafo nuovo, elegante, in perfette condizioni di manutenzione, pulito, ma vuoto: a bordo non c’era nessuno, ma le chiavi di accensione del mezzo erano regolarmente infilate nel cruscotto e il motore era ancora caldo. Il motoscafo era evidentemente non ancorato al largo, visto che l’ancora galleggiava a un metro di distanza, dunque semplicemente era stato abbandonato. Subito la Polizia municipale ha contattato la Capitaneria di porto che ha preso in consegna il mezzo, portato via in mattinata per una verifica a bordo e per tentare di rintracciare, tramite i documenti, il proprietario e fare piena luce su come un tale mezzo possa essere arrivato sino alla battigia senza alcuno a bordo».