POLIZIA

Dietro front del Ministero, Strappato non dirigerà squadra Mobile L’Aquila

Coisp: «che giochi stanno facendo?»

WhatsApp PdN 328 3290550

Reporter:

WhatsApp PdN 328 3290550

Letture:

2590

Dietro front del Ministero, Strappato non dirigerà squadra Mobile L’Aquila
L’AQUILA. Il ministero dell'Interno - dipartimento della Pubblica Sicurezza - ha revocato il trasferimento all'Aquila di Barbara Strappato, vice questore aggiunto della Polizia di Stato.

Strappato dal primo ottobre avrebbe dovuto dirigere la squadra mobile aquilana, ma è stata destinata improvvisamente ad altro incarico. Lo stesso dipartimento ha reso noto che il nominativo del nuovo dirigente della Squadra Mobile sarà comunicato a breve.
Scettico il sindacato di polizia Coisp che parla di «decisione a sorpresa» del Ministero e la conferma che la questura aquilana «non è affatto una priorità» sebbene negli ultimi 2 anni abbia visto l’avvicendamento di quattro dirigenti.
«Quali sono i motivi di tale ripensamento?», chiede il sindacato. «Quali sono i "giochi" che si stanno compiendo alla spalle della Questura , dei poliziotti e di tutti i cittadini aquilani?»
Appena due mesi fa il Ministero dell'Interno ha disposto il trasferimento (da L'Aquila a Torino) del vicario del questore, una settimana fa invece è stato trasferito il capo di Gabinetto (da L'Aquila a Teramo), mentre e di queste ore l'indiscrezione (non confermata) che anche il questore Stefano Cecere sia in partenza per altri "lidi".
«In 2 mesi», denuncia il Coisp, «il Ministero ha "decapitato" vicario, capo di gabinetto e questore. Vogliamo porci qualche domanda? Cosa sta succedendo? Attendiamo fiduciosi».